Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

GIOVANNI BOINE 1887-1917

:: Claudio Di Scalzo: Web e Covid-19. Con "Bisbiglio e Vespero" di Giovanni Boine. Foto di Sara Cardellino. Riflessione finale sui Fantasmi sui Morti.
28 Maggio 2020


"Stellato Specchiato Nevicato Fotografato"
Foto Sara Cardellino Aprile 2020 Vecchiano-Cascinale

 



Claudio Di Scalzo detto Accio

WEB E COVID 19. CON "BISBIGLIO E VESPERO" DI GIOVANNI BOINE.
RIFLESSIONE FINALE SUI FANTASMI SUI MORTI.

 

-Questa è la prima e unica volta che scrivo sul COVID 19 che ricade sul Web. 

-Quanto ritengo, FONDANTE, per me dopo lunga esperienza on line con blog siti portali giornalistici ideati - VENTI ANNI pari pari - che va a finire (come mia prassi varcati i 20 anni e di ciò non sono affatto fiero: ritengo il tempo dato alla Rete TEMPO BUTTATO VIA! Inutile. Che mi ha ingarbugliato - fatto soffrì in maniera-scema! - i sentimenti fondamentali di Amore Comunismo Famiglia Figli Amicizia. Maledetto-mé idiota da picchià la testa ner-muro) nei modi che ho usato finora (iniziai nel 2000) è che il Web, i social, rendono tutto banale in scadenza inutile per la lotta di classe e se rivolto a sentimenti virtù vizi altrettanto inutile. Quindi rientra in ciò sia se scrivo di Comunismo come di Cultura come di Amore. Anche il Romanzo TransmodernoACCIO e CARDELLINO” rientra in questa inutilità che vien reso scontato per quante invenzioni stilistiche e nei segni possa ideare. Se pubblicato a stampa (sarebbe lo stesso) esposto in mostre, pure in importanti gallerie, stessa sorte!

-Del destino della Parola scritta anche di Fede e Religiosa pronunciata custodita se ne resero conto i poeti crepuscolari degli anni dieci così come il poeta e saggista GIOVANNI BOINE (1887-1917). In genere c’era qualcosa di aristocratico in questa critica alla poesia alla letteratura: a volte di borghese al cubo quando non reazionario. Gli unici, secondo me, che non corrono questo pericolo sono FLAUBERT che raccoglie lo SCIOCCHEZZAIO il DIZIONARIO DEI LUOGHI COMUNI definendo l’epoca sua della BÊTISE-STRONZATA e che rende protagonisti della cultura Bouvard et Pécuchet due scrivani idioti; BAUDELAIRE che coniò il SALON CARICATURAL; PALAZZESCHI con l’Uomo di Fumo e CHI SONO?; DUCHAMP con gli oggetti trovati.
(L’OLANDESE VOLANTE nel 2011 ebbe questi nomi scritti sul JOLLY ROGER)
Il resto è aggiunta. Spesso inutile. Quindi quanto leggo - di colti intellettuali o facitori di divulgazione manualistica anche politica - appartiene volente o nolente allo schiocchezzaio all'inutile trascrizione che riguardò i due impiegati idioti al fumo che scompare all’oggetto trovato che seppur detto cultura altro non è che un orinatoio una bicicletta in ruota, il resto, che gira a vuoto. E ciò riguarda anche me. Se scrivo di COVID 19 come di Amore per Sara Cardellino o di Comunismo.

-Oggi vale casomai la narrazione che nel social nel web non appare. Quella orale. Metti di chi sperimenta disgregazione male da pandemia. Che se vuole diventare trasformarsi, Dialettica neh, deve trovare altri Strumenti di Produzione per smontare combattere il Mezzo di Produzione capitalistico. Tentare almeno. Per questo nessuno dei pensatori poeti autori in circolazione serve a qualcosa. 

-Certamente se uno è MARQUEZ GADDA JOYCE MONTALE CÈLINE CAMUS KAFKA YOURCENAR SILVIA PLATH AMELIA ROSSELLI CAPRONI potrebbe tentare di darci la rappresentazione della Pandemia. Vedete in giro simili nomi? Ma se non ci sono potrebbe pure essere un effetto distruttivo della vita sui social e on line per chi si dedica all'estetica. 

-Chi sul web rilancia il pensatore di turno sul COVID-19 per insultarlo o per glorificarlo o per commentarlo seriamente rientra nella LEGGE FUNARi. Due parti a litigare (lo fa anche BONOLIS) e nel mezzo Pubblicità guadagni per la multinazionale proprietaria del social.

- in calce BISBIGLIO E VESPERO di un autore come GIOVANNI BOINE. C’è la constatazione che tutte le parole sono inutili, logorate, insensate da pronunciare. BOINE era un “Rivoluzionario conservatore”. Quanto ho scritto su questo autore è stato perfettamente inutile. E purtroppo pubblicato (Alla idiozia di scriverne quella ancor più grave e irrimediabile di scrivere sui DISCORSI MILITARI e semi-inediti, dandone stampa su carta, con altra persona, perché on line, nei rimandi, ciò mi lega a chi fa un uso sciocco banale sfrontato strumentale di questo autore in cornice idiota para-accademica). Salvo forse i disegni e dipinti e se magari ai suoi FRANTUMI accosto quanto vado raccogliendo di testimonianze tra anziani, assieme a fedeli della CARITAS (la CHIESA che segue FRANCESCO PAPA) e a compagni che intendono il Comunismo come dialogo (non con intellettuali sparsa sabbia-web) ma con chi fa la fila agli ambulatori. Ci vo per mi-mà la NADA.
ECCO quanto ascolto è più IMPORTANTE per me di quanto scrive qualche intellettuale illustre. Di quanto posso scrivere commentare io. Questo è COMUNISMO... questa è RELIGIONE. E me lo insegnò una donna amata morta a 25 anni nell’agosto 1984: Karoline Knabberchen.


-E anche su questo, aggiungo, CONTRO l'uso invalso on line, di nominare come "amici amiche" nel presente i MORTI, anche GIOVANNI BOINE, istesso chi hai amato morto o morta, che ciò è RAPPORTO con FANTASMI. E i fantasmi, parlo per esperienza, non sono BUONI e GENTILI come chi pensa siano. Anche pensare ciò, farne citazione per social-web-emozione o laboratorio poetico: è una STRONZATA. Una CRETINATA.


 


GIOVANNI BOINE BISBIGLIANTE TISISGOLA
NEL LABIRINTO COLORANTE PAROLA
ovvero
LA
BIRINTO OVE STO PINTO 
CDS: Maggio 2020
 



BISBIGLIO E VESPERO
GIOVANNI BOINE

 

– E che vuoi dire? È tutto detto ormai. – Andiamo accanto per la sera queti, zitti, come in una culla di bontà.

– Però questo non dire mai, fa groppo, amico! C’è non so che intoppo, dentro, che non lascia dire.

– Perché, se dici, è un po’ un ubriacamento. Uno si spende con facilità; ma poi nel vuoto ripunge il tormento.

– Oh se lo so! Si soffre allora di profanazione… Le cose fonde non si posson dire. Non c’è che dire le inutilità.

– E già: non si può dire la disperazione! Si dice, si ride infine si fa ciò che agli altri più cale: gai si gira attorno all’essenziale buio.

– Oh amico! e questo è il male atroce della solitudine in mezzo agli uomini. – Che insopportabile soffrire essere sempre come agli altri cale, ma non poter scordare, non poter mai dire!

– E dunque ormai che vuoi tu dire? È detto tutto. – Andiamo queti per la sera accanto, in questa zitta culla di bontà.

 

 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» Giovanni Boine: LA PUNTA DELL’ICEBERG AFFONDATO. A cura di Claudio Di Scalzo.
» Accio e Sara Cardellino: Multa con Doc Hollidey e Boine Giovanni a limitare i danni
» Bastione Isola dei Morti ovvero la Morte e Giovanni Boine 16
» Claudio Di Scalzo: L'ultimo giorno di vita di Giovanni Boine. Buonanotte babbo...
» Giovanni Boine Muore. Testamento. Reincarnazione-frammento. Karoline Knabberchen
» Il Boine di "Plausi e Botte" nel fortino e i venditori d'auto
» Karoline Knabberchen: La resurrezione di Giovanni Boine - I
» Boine muore in due luoghi 15
» Boine corpo solo - 14
» Morte Fanciullo Boine 13
» Claudio Di Scalzo: Frammenti di critica su Giovanni Boine in progress
» Buxtehude Boine Cristo 11
» Claudio Di Scalzo: La sedia nell'armadio. Giovanni Boine muore, 9
» Giovanni Boine Muore 10
» Boine: I cespugli è bizzarro 8
» Giovanni Boine: Prosa a Maria. VII - a cura di Claudio Di Scalzo
» Giovanni Boine: A tagliare gli ormeggi 6
» Giovanni Boine muore 5
» Giovanni Boine muore - 4 maggio 1917
» Giovanni Boine Muore - "Tre o quattro telefonate" - 3 V 1917
» Govanni Boine Muore - 2 Maggio
» Claudio Di Scalzo: Sangue stoino cipresso trasmette. Giovanni Boine muore - I
» Claudio Di Scalzo: Giovanni Boine cerca la sua tomba
» Claudio Di Scalzo: Ottetto del Bambino sulla sedia con Boine
» Claudio Di Scalzo: Il sogno di Boine preso per il naso
» Claudio Di Scalzo: Giovanni Boine dalla Nada Pardini
» Claudio Di Scalzo e Fabio Nardi e Sara Esserino a Imperia-Porto Maurizio città di Giovanni Boine
» CDS: la cucina di Giovanni Boine. Post-Libro sul cibo
» Claudio Di Scalzo: Boine muore a maggio
» Claudio Di Scalzo: Boine sotto sale
» Claudio Di Scalzo: Boine Muore io con lui
» Claudio Di Scalzo: i Salmi di Giovanni Boine.
» CDS: Boine nuovi Frantumi per la Nada Pardini - 1, 2
» Claudio Di Scalzo: Giovanni Boine e l'estetica della commemorazione
» CDS: "Giovanni Boine al sale marino sulla Cisa"
» Claudio Di Scalzo: Karoline Knabberchen in casa Boine
» Giovanni Boine: Agonia e ceppo.
» CDS: Boine sul Bastione San Colombano di Lucca 2
» Giovanni Boine: Frantumi Nada
» Claudio Di Scalzo: Boine sul Bastione di San Colombano a Lucca 1
» Dino Campana: "Arabesco - Olimpia. A Boine"- Disegno Indagine CDS
» Claudio Di Scalzo: Ritratto di Giovanni Boine 4
» Claudio Di Scalzo: Ritratto di Giovanni Boine 3
» Claudio Di Scalzo: Sui ritratti di Giovanni Boine 1
» Claudio Di Scalzo: Wittgenstein e Boine
» Claudio Di Scalzo: Ritratto di Giovanni Boine 2
» CDS: Ritratto elusivo di tisico. A Giovanni Boine 1
» Claudio Di Scalzo - Fabio Nardi: Gli occhi di Boine. Con Ghiandaia
» Claudio Di Scalzo: Smollicando al duomo San Maurizio
» Claudio Di Scalzo: Boine con Karoline Knabberchen. Fotografie di Fabio Nardi
» Claudio Di Scalzo: Primo paesaggio ligure d'Ottorino Respighi per Giovanni Boine
» Burns a Imperia Porto Maurizio di Giovanni Boine. A cura Claudio Di Scalzo