Home Page Olandese Volante
Home page Site map

MUSICA A PROGRAMMA

01 Giugno 2020


Zerelda Zee Cardellino ad Est di Maxernst

CONCERTANTE

20 Maggio 2020

IMMAGINARIO

GIOVANNI BOINE 1887-1917

28 Maggio 2020




 

TRANSMODERNITÀ

12 Maggio 2020


 

La serie di fotografie interpretate da Sara come modella, che offro al personaggio Corsara della Metamorfosi, risalenti al 2020 al 2017 al 2011, sono normali fotografie (probabilmente con un po' di mestiere che posseggo) come ce ne sono centinaia migliaia in giro. Sono stilemi che fotografi dilettanti o professionisti producono. I corpi in originali scatti dei Maestri novecenteschi stanno nei musei nella storia della fotografia; e i moderni fotografi di successo esposti a New York o a Berlino, semplicemente, firmano un prodotto, scelto e detto unico ma così non lo è. C’è il marchio della Galleria. E basta. In più.

Ciò per definizione generale del contesto. Di come un genere solito non può star da solo oggi in avventure nei segni. Almeno per me. Queste foto sono cine-narrazione per personaggi che in questo caso usano seduzioni alla Bataille misto Spinoza invadendo la trama di Rusalka, opera per il teatro musicale, del compositore boemo Antonín Dvořák (1841-1904)

Sirena nella vasca da vedé a Marzo

in attesa del suo balzo su di me.

Se sei Rusalka la fotografia assieme si varca.

Sirena vascheggiata Rusalka catturata?

O catturato il Principe da pena infinita?

Il bacio se ci sarà sia metalinguaggio

in questa faccenda melodrammatìa

nell’illusoria sostanza delle forme pensate:

schiuma bellezza al chiuso musical riuso

nell’AL-DI-QUA der ‘ascinale duve lavassi

apre a quarche negatività psiològia storti passi.


Barra Rossa nuove avventure Corsara Met

PASSEGGIATA KIERKEGAARD

18 Maggio 2020

ATELIER HÉBUTERNE MODÌ

21 Maggio 2020


 

(...) Accio, è coinvolgente questa Signora Comunista, stilisticamente, ma ci manca il fiore che la completa. La calla. Se vai in giardino ne recidi tre, di quelle accudite dalla Nada, ce le posi sopra, come in un collage, e vedrai l’effetto necessario al tutto: nel bianco giallo verde. Cosa stanno a significare? Perché tre? Sei tu il pittore e l’artista col cervello quindicenne. Io ho il mio pensiero da quarantenne. Ma non voglio influenzare il “bimbo” nel suo immaginario. Fammi conoscere la foto con le calle del dipinto, che a questo punto può diventare “Nostra Signora Comunista delle Calle” e il resto.

Cara Sara Cardellino, compagna socialista misto popperiana, il quadro e terminato, come attesta la fotografia. Grazie al tuo suggerimento. La calla esprime sentimenti contrastanti per diversi aspetti dell’esistenza. Qui simboleggia candore e purezza rispetto alla vaticinata rivoluzione. La donna così la propone al devoto ad essa. Non è responsabile di stravolgimenti o negazioni di essa se quanto nasce puro diviene inautentico per errori e bassezze.

La calla, come la Rivoluzione, ha in sé pure la stravaganza rispetto a quanto è normale e stabilito. Infatti non è propriamente un fiore bensì una foglia, che si deforma. Un po’ come la fotografia del tuo volto che diventa qualcosa d’altro anche più bello perché simbolico. Fiore che rimanda alla passione seduzione all’eros che la rivoluzione, liberante deve esprimere. Tu Sara sarai anche riformista in politica, però in amore sei rivoluzionaria per passionalità di baci e quanto segue. E così in questo siamo a pari.

BASILARE DA SAPERE SULL'OLANDESE VOLANTE

SONORITÀ

23 Maggio 2020

MUSICA DA CAMERA

03 Maggio 2020

TELLUS MOSTRA

KAROLINE KNABBERCHEN

02 Maggio 2020


Foto Sara Esserino Firenze 2011
Illustrazione per "Resa dei conti" aforisma 1994

ACCIO E CARDELLINO

17 Maggio 2020