Home Page Olandese Volante
Home page Site map

MUSICA A PROGRAMMA

27 Dicembre 2017





 

CONCERTANTE

22 Gennaio 2018

SARA CARDELLINO: LETTERA AL MIO EROE DA LIBRO SENZA LIBRI ADDOLORATO PER QUANTO ACCADE AGLI SCRITTI SU KAROLINE KNABBERCHEN - Ti so addolorato. Come nei lutti più terribili che conoscesti. Un tuo amico t'informa di come quanto nato sull’Olandese volante sia stato traslocato altrove su altra rivista. Ed è il personaggio della tua vita e biografia più tragico. Come può accadere tutto ciò in nome della poesia? Perché farti questo? Perché darti questa Croce scrittore candido di paese? Sei addirittura venuto via dal web dai social! Non scrivi né più dipingi! né fotografi! Non basta evidentemente a proteggerti dalla rivincita cercata da chi s’affida al lucore fatuo d’una sperata carriera letteraria. A costo di “usare” in modo empio quanto fu scritto con te sull' Angelo Svizzero. Oggi posso soltanto scriverti quanto puoi leggere qui di seguito. Spero ti consoli. Ti faccia guardare al presente oltre questi echi malvagi del passato.

Di quanto creammo assieme, io e te, nel 2011, di quanto ci coinvolge dal febbraio 2017, prova ad immaginare sia una partitura musicale. Il tuo violino, che un po’ maledetto lo è e lo sai, il mio flauto che un po’ benedetto lo è, e lo sai, ha mischiato un suono, un timbro, una sonata, per due strumenti, due corpi, due pensieri. Impossibile sostituire uno dei due strumentisti. Il suono diventerebbe stonato. Sarebbe un’idiozia e insieme un sacrilegio verso la creazione musicale. Vorrebbe dire che io e te, se affidassimo questo suono e partitura e strumento a qualche altra persona, non siamo i musicisti che pensavamo di essere. Ci negheremmo al bello e soprattutto all’etica. Al bene. Quanto con me inventi, Accio, sarà sempre per noi due e basta: è tutta la mia Religione tutto il mio Socialismo. So che questo cercavi! Ora ce l'hai.”. 

IMMAGINARIO

GIOVANNI BOINE 1887-1917

14 Dicembre 2017

     

Con Eichendorff Schumann KK Cardellino dipinti Fauves giovanili
Corbezzolo Rosso a Dalarna di Svezia e INN EN di Karoline Knabberchen da Tellus 2003... si chiude la mia avventura on line... 

 

TRANSMODERNITÀ

23 Maggio 2017

(...perché l'esclusività che mi chiedi che ti dono, perché l'esclusività che ti chiedo che mi doni,  ti salva e mi salva) - E ti prenderò “tutto intero”, anche con la tua selvaticheria paesana senza misure nei litigi. L’amore grande è fatto per migliorare e salvare chi si ama se lo si ama nell’assoluto. E l’assoluto comprende il Buio e il Male. C’è anche in Dio. Come scrive Schelling. Il mio amore sarà per sempre. Impossibile, semplicemente impossibile!, che un acculturato vanesio come Gualtieri, rotto a ogni intrallazzo culturale e politico, potesse scatenare in me un’ambizione culturale accademica. Neppure se m’offrissero la direzione del New York Times lascerei la cura con te del nostro ciclostilato “Foglio di Lalo”! sapendo di perderti, di darti ferita che non si rimarginerebbe più!
 


clikka
LETTERE DI KAROLINE KNABBERCHEN E FABIO NARDI

Il cosmonauta Accio aprì la busta, prese una tela che aveva bianca nell’astronave, e dal vomito dal sangue ricavò dipinto e parole. Un'ultima opera. Geniale? La firmò. La dedicò a quella figura che aveva rivisto. E se ne andò lasciandola sulla porta. Accese i motori dell’astronave. E ripartì tenendo in sé la destinazione. Non avrebbe più scritto o disegnato o fotografato l’universo che visitava. Ma ora sapeva dove andare e tornare. (...)

PASSEGGIATA KIERKEGAARD

14 Febbraio 2018

ATELIER HÉBUTERNE MODÌ

30 Novembre 2017

Questa la storia nuda e cruda. Babbo. Sono qui a raccontartela l'otto dicembre. Ti ricordi cosa mi dicesti quando tornai a casa, avevo dieci anni, ferito alla testa dai sassi che mi avevano tirato?; maculato nelle braccia per i colpi di canna che m’avevano inferto nell’agguato quelli della mia età e anche più grandi. Ricordi che capitai in questo agguato con Carlino che mi aveva convinto che lì c’era un antico elmetto tedesco residuo della seconda guerra mondiale e invece c’erano i suoi nuovi amici con le fionde e i bastoni? Mi difesi ma erano in tanti e fu uno scempio! (…) Quel lontano tradimento, in questo gennaio 2017, il 9 per la precisione, ha compiuto il suo circolo. Non ho potuto guardare né gli occhi né le mani di chi mi tradiva: portando lo straccetto rosso anarchico dell'Olandese Volante, scritti generi personaggi, al servaggio poetico di chi un tempo dirigeva carceri speciali per detenuti politici e riviste di multinazionali del rame. Oggi, in pensione, teorici e poeti mediocri ambiziosi. È avvenuto usando il web, la rete! Ancora una volta non ho potuto difendermi da questo agguato. Questo gennaio - con il tragico ridotto a merce letteraria di scambio per miseranda pubblicazione commentata da chi la vita riduce a gioco vanesio intellettuale ognidì -  è stato come la sventagliata di mitra che tu sfuggisti. Però anch'io non sono stato ucciso.  Curami, Lalo, da dove sei le ferite. Proteggi questa donna, il Cardellino che ho accanto - ha un cuore simile a quello di Karoline -, offrendomi rifugio mi ha salvato. Dando al feuilleton e al melodramma il finale adatto nell'amore, a tuo figlio, eroe da libro - come lei mi dice - senza libro.

SONORITÀ

28 Ottobre 2017

MUSICA DA CAMERA

08 Dicembre 2017

TELLUS MOSTRA

KAROLINE KNABBERCHEN

31 Dicembre 2017

KAROLINE KNABBERCHEN, vita reale che ebbe (1959-1984) e personaggio che ne ho ricavato con Fabio Nardi  è quanto di più bello abbia mai potuto scrivere disegnare fotografare. L’amore di Fabio Nardi e di KK è la mia chiesa. Tutto il mio anarchismo. Se ciò rammento, sorta di copyright-spirituale non è per avere un diritto borghese sull'immaginario, bensì per affermare che non pubblicherò i libri nei generi in cui KK è affidata. Quanto sta sull'Olandese Volante antologia basta e avanza. E confido che quanto nacque sull'Olandese Volante in merito al personaggio, non venga, condotto, da chi l'avvicinò, cambiando nomi e spazio e tempi, in riviste dove si pratica una perversa e sciagurata carriera letteraria, dove i testi, accostati a (pensionati) volenterosi servitori del capitalismo in deliranti duetti vanesi, sono sezionati come cadaveri per ricavarne imbelle esercizio teorico. Per ottenere futile carriera letteraria.  Riconoscimenti. Commenti sbavanti gerarchia. Pubblicazioni con interpretazioni simili alla necrofilia. Se questa sorte (dopo Giovanni Boine, dopo gli Erbari!) fosse riservata a KK... maledico questo sfregio: questo volgare tradimento! L'Olandese Volante s'è inabissato nel gennaio 2017. Con esso quanto sta nella sua stiva e scritto sulle sue vele. Siano lasciati sul fondale i tesori. Veglierò perché ciò accada.

(...) Grazie a A Sils Maria l'onda che incide il suo corso fluttuante tra gole d'acciaio è la similitudine che concedo alla mia infanzia.
Intagliavo rami così come i monelli che sul Serchio sceglievano il legno adatto per le fionde,
ma che poi spezzavano le tue, gelosi tu sapessi far meglio;
la differenza è che io non t'avrei tradito. (...)

Karoline Knabberchen dice a Fabio Nardi che lei, conoscendo la sua tragica infanzia, dove fu tradito, lei mai l'avrebbe fatto! NdC 
da (clikka)
INN EN
dall'annuario TELLUS 2003 "SCRITTURE CELESTI": INN EN  "Dov'eri quando i petali nell'INN componevano sciarade di fatalità?"

ANTOLOGIA OV 2011/2017

19 Dicembre 2017


"...lasciare la Casa del Sole. Chiuderne la porta e andarsene via. Altrove"
Quanto mi chiede Sara Cardellino, di smetterla con ogni  letteratura ed estetica, mia rovina, io farò!



... e vado via dal web in barchetta con lei