Home Page Olandese Volante
Home page Site map

MUSICA A PROGRAMMA

07 Settembre 2020

CONCERTANTE

05 Settembre 2020

IMMAGINARIO

GIOVANNI BOINE 1887-1917

01 Settembre 2020

TRANSMODERNITÀ

06 Settembre 2020


Sara Cardellino 2012 Firenze
 
Se mi chiedi quando, e se, dopo la nostra separazione, abbia avuto tentazione e disperazione più alta nel provarla nel non seguirne l’empito, posso risponderti con una fotografia. Guardala. La porto con me nell’iPhone dalla primavera del 2012. Sono nel camerino dopo il concerto a Firenze col Quartetto. Avevamo eseguito Vivaldi e altri veneziani. La posa tanto scura camuffa il mio pallore esangue e ogni palpitazione. Io stessa tolsi colori dall’immagine. Cominci a ricordare? Tra i tanti fiori che mi raggiunsero in camerino c’erano i tuoi. Semplici gerani. Lui, che sarebbe diventato mio marito fra pochi mesi, fiero della mia interpretazione, guardandomi tra i mazzi, prese quello che avevo tra le mani: semplici gerani. Lesse il biglietto in stampatello frettoloso: “Dal tempestoso povero musicante”. Aggiunse ironico: "scrittarello d’accompagnamento tardo romantico di un devoto dilettante, Sara; ma non aveva bisogno di definirsi povero mandandoti gerani”. Poi guardandomi fissamente mi chiese: “Ma cosa hai?” Risposi velocemente che ero molto provata, felice, per i fiori ricevuti, per il successo del Quartetto. Aggiunse che il pallore mi donava. “Allora scattami una fotografia” sussurrai trepidante. Lo fece. Non immaginava certo che i gerani me l’avevi spediti tu che eri in sala. Che con questi fiori poveri mi dicevi che eri fuori del teatro ad aspettarmi. Sono ancora quello del Giardino dei Boboli di tre anni fa. Che ti eri firmato con due libri da noi due molto letti e custoditi. Il Povero Musicante di Grillparzer e Cime tempestose della Brontë. Ti dichiaravi a me, ancora, come uomo che non sa la grammatica dell’amore ma che cerca di suonarne la bellezza ottenendo rumore non suono; che eri Heathcliff in cerca della sua Catherine appartenenti assieme al tempestoso legame alla roccia che non si scalfisce.  (...)

PASSEGGIATA KIERKEGAARD

03 Settembre 2020

ATELIER HÉBUTERNE MODÌ

12 Settembre 2020


 

Se sul ritratto della Bella

L’anti sublime s’esprime

Da Imperia scappo con Caravella

Fuggendo dal Cardellino mangime.

A Porto Maurizio la fotografia appare

Accosto a tempestoso mare

Giovanni Boine nell’autunnale tosse

Teme per me scarsi Plausi molte Botte.

Ma cosa l’intemerato Accio a Sara disse

tanto da ricever frecce e fitte?




clikka
Sara Cardellino tra gli olivi di Giovanni Boine


 

SONORITÀ

20 Agosto 2020

MUSICA DA CAMERA

20 Agosto 2020

TELLUS MOSTRA

KAROLINE KNABBERCHEN

13 Settembre 2020

ACCIO E CARDELLINO

01 Settembre 2020