Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

'800 inglese

:: La camera di Christina Rossetti. Traduzione di Margherita Stein
10 Dicembre 2012

 

  

 

 

CHRISTINA ROSSETTI

UNA PAUSA / A PAUSE

TRADUZIONE DI MARGHERITA STEIN

 

 

Zucchero stanza composta di foglie con fiori,

e il letto in fioritura su cui giacqui

intanto l'anima mia, preda d'amore, s'attardava nella via.

I volatili non li udivo sulle grondaie,

né sentivo attorno ai covoni motteggiare i mietitori:

soltanto l'anima mia vegliava giorno a giorno,

l'anima mia assetata guardava uno lontano -

forse Lui ama, meditava, ricorda, s'affligge.

Finalmente, ecco, che il passo risalì la scala,

la familiare antica mano posò sulla maniglia:

poi... la prima volta sembrò sentire aria il mio Spirito

del Paradiso; poi... la prima volta la lenta sabbia

del tempo scivolò dorata, e avvertii la chioma

innalzare gloria assieme all'anima espansa.

 

 

 

 

They made the chamber sweet with flowers and leaves,

And the bed sweet flowers on which I lay;

While may soul, love-bound, loitered on its way.

I did not hear the birds about the eaves,

Nor hear the reapers talk among the sheaves:

Only my soul kept watch from day to day,

My thirsty soul kept watch for one away: -

Perhaps he loves. I thought, remembers, grieves.

At leght there came the step upon the stair,

Upon the lock the old familiar hand:

Then first my spirit seemed to scent the air

Of aradise; then first the tardy sand

Of time ran golden; and I felt my hair

Put on a glory, and my soul expand.

 

 


 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI