Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

Arte e Contorni

:: Jean Stevo: Visita ad Ensor. A cura Claudio Di Scalzo
07 Gennaio 2013


a cura Claudio Di Scalzo

 
 
 

Nel 1930, Jean Stevo, visitò il pittore simbolista belga Ensor a Ostenda nella sua casa museo. L’occasione dell’invito nacque dall’incontro di Stevo con Ensor nella taverna Le Falstaff dove l’ormai anziano pittore si fermava, tutte le sere, dopo aver passeggiato, per bere una birra e gustare il formaggio Chester in piccoli cubi di cui era ghiotto. In quei tempi uno dei fondatori del Simbolismo di fine Ottocento si poteva incontrare tranquillamente in una modesta taverna e riceverne l’invito a casa. Abitazione a cui si accedeva traversando un negozio di chincaglierie e ad annunciare la visita erano due strampalati negozianti. La narrazione su questo incontro è stata pubblicata nel maggio 1970 sulla Revue Nationale. È un documento raro. On line non si trova che sull’Olandese Volante. La traduzione dal francese è della redazione. (cds)

 
 
VISITA AD ENSOR
 

Verso le dieci apparve Ensor, pallido, distante, sognatore e lontano. Vedendomi aggrottò le sopracciglia: chi è questo tipo? Poi uno sguardo pieno d’ironia, un sorriso di connivenza. Ensor mi invitò a fargli visita nel suo studio di via delle Fiandre. Vi andai l’indomani. Mi seccava il cerimoniale, ma di cerimoniale si trattava, in via delle Fiandre. Si arrivava dinanzi a una bottega di souvenirs: nella madreperla erano intagliate delle spille a forma di gamberi o di battelli. Dei calamai erano posati su delle conchiglie, alcuni portacenere con personaggi del 1900 invitavano i fumatori alla prudenza. Dei crocifissi si stagliavano su fondi di conchiglia, inverosimili scatole erano decorate con scaglie colorate. Nella vetrina sotto vetro una sirena a coda di aringa, a testa di scimmia, con gli occhi scintillanti fissava l’orizzonte per l’eternità. Si spingeva la porta tutta scampanellante e dietro il banco spuntavano Ernestina malinconica e Augusto educato e gentile: “Volete vedere il maestro? Va bene, aspettate qui. Vado a informarmi”.

E il tempo passava.  

Alla fine Augusto tornava, vi precedeva, bussava alla porta, aspettava ancora un po’. Poi si decideva a entrare annunciando “Signore c’è un signore per voi”. Da quel momento si dimenticavano la bottega , la scala, il corridoio, perché appariva il palazzo, la grotta magica dell’incantatore… Luce sparsa qua e là, marzo di colori, maschere, sete, come squisite e delicate, fiori di carta, bambole fantastiche, scarpe da ballo in lamé argento, cappello da donna ornato di fiori. Tra queste cose gentili un teschio, con un fiore tra le mascelle. C’era un incantevole disordine. Non si poteva veder tutto con un sol colpo d’occhio anche perché le tende ocra, abbassata per la troppa luce, creavano delle zone d’ombra.

Da quelle cose sembrava scaturire una dolce musica, delicata e sommessa.

Occhiata verso le tele: maschere, conchiglie, teste di morto. Le immagini trovate nello studio si ritrovano nei quadri. Vicino alla porta La vecchia tra le maschere mi guardava con aria di sufficienza.

L’entrata di Cristo a Bruxelles vi turbava con la sua folla di personaggi rumorosa, ciarliera, diabolicamente colorata. La carta da parati azzurra che copriva le pareti spariva sotto le tele. La Gamma d’Amore rivelava i suoi vivaci colori, Ensor dal cappello fiorito vi guardava, c’era Il ritratto di Finch, la Vergine consolatrice e poi maschere e maschere e in mezzo a questa folla, a queste presenze c’era calmo sorridente, disteso, un bel vecchio dai capelli bianchi con ondulazioni rosa. C’era Ensor.  La prima volta che lo vidi ebbi paura: mi sembrava di trovarmi dinanzi a un mago. Possedeva del mago la calma suprema e l’autorità sovrana. Ensor mi mostrò le sue opere. Poi si informò, mi chiese se dipingevo e mi invitò a mostrargli i miei lavori. Si mise all’armonium e improvvisò una musica dolce, un po’ vecchiotta. Sembrava una canzonetta da fiera ma così delicata, così sognante che pareva il ricordo di un’altra musica già sentita negli anni d’infanzia. Così diventammo amici.

 
Jean Stevo 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» CDS: Incuba. Lettera alla compagna Nara
» CDS: "Oinochoe Instagram - Febbraietto in greco detto - A Medea Topino Virgolina
» Eric Burdon - Claudio Di Scalzo: Young a Walker-on-Tyn ed a Vecchiano
» Fabio Nardi e Claudio Di Scalzo: L' Uomo di Munch a Lucca
» Claudio Di Scalzo: Goya orto degli ulivi
» Claudio Di Scalzo: Claudio Vlaminck
» Claudio Di Scalzo: Macke scrive a Franz Marc
» Claudio Di Scalzo: Asciugone per eone
» Claudio Di Scalzo: Passo del Funambolo. A Karoline Knabberchen
» CDS: L'Uccisore maramaldo di alberi post-impressionisti
» Claudio Di Scalzo: Cyrano bio un po' mio
» Claudio Di scalzo: Rituale. Disegnini 1
» Claudio Di Scalzo: Lavagna moretta. Lagna di fretta.
» Claudio Di Scalzo: Sintetico Scalzo in Arte
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Kaspar Hauser ad Aosta
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Kaspar Bibò Hauser
» Claudio Di Scalzo: 40 anni dopo. Foto 1976
» Claudio Di Scalzo: Pizzo Badile
» Claudio Di Scalzo: Antologia Dialettica 2
» Claudio Di Scalzo: Antologia dialettica 1
» CDS: Wyatt Disca Earp ovvero Far West domestico
» Claudio Di Scalzo: Vecchiano di Alisdair McIntyre 1
» Claudio Di Scalzo: Fotografie stornate stolte zie 1
» Claudio Di Scalzo: Bat-Aille infiorato
» Claudio Di Scalzo: Fiori per Bataille 1972/2012 - I
» Claudio Di Scalzo: Improntata Rivoluzione 1
» Disc'Art 1972 - Il Buondì di Fichte per mì - Ma vedi Té (Perfetta Apocalisse)
» Claudio Di Scalzo: Leggere per me è una messa in scena
» Claudio Di Scalzo: Il primo dell'anno in Engadina di Segantini
» Claudio Di Scalzo: Mardisca in tua vista
» Claudio Di Scalzo: Il basco di Accio il Rosso
» Intervista da fermo scattista a Claudio Di Scalzo di Covata Poco
» Claudio Di Scalzo: Antonia Milk a Venezia
» Claudio Di Scalzo: Con Mallarmé cito me
» Claudio Di Scalzo: Di piante e fiori e dipinti con Boeklin
» Claudio Di scalzo: 4 battisteri del mio ieri
» Claudio Di scalzo: 4 battisteri notturni forzieri
» Claudio Di Scalzo: 2 poesie x Tamura Yoshiyasu
» Debord spiegato ai bachi. Cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Discalkovskij in Imitamore
» Arte e Contorni: Malinconia Munch. Cura Claudio Di Scalzo
» Manutenzione nel gelo di “The Lord Bless You and Keep You”. Con Mondrian
» Hegel? Schelling? Hölderlin?
» Arte e Dintorni: Beckmann. Traduzione Margherita Stein
» ARTE e Dintorni d'ISOU. Cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo - Ritter: Warten auf
» Chaissac angelo mingherlino
» Alexandre Gabriel Decamps - Dizionario casuale dei pittori dimenticati. Cura Claudio Di Scalzo
» Max Beckmann: La mia teoria. Cura Margherita Stein e Di Scalzo
» Michaux: Il segreto della situazione politica. A cura Claudio Di Scalzo
» CDS: Sulla S.S.T. muore Priebke e vive l'Arte
» Accio: Uomo complicato nel notturno nevicato. A Sara Esserino, lontana parecchio.
» Jean Fautrier: La realtà nell'opera. Cura Claudio Di Scalzo
» CDS: Il Fantasma dell'Estetica
» Claudio Di Scalzo: Il sogno di Walpole
» Carpaccio - Sinisgalli: Sant'Orsola. Cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Il cappello di Beuys sulla cartolina
» Claudio Di Scalzo: Joseph Beuys sulla cartolina
» Debussy con Arturo s'alluna puro con Mallarmé s'abbruna Discalzé
» Claudio Di scalzo: La nuvola c'est moi... arte letteratura pensosità?
» Claudio Di Scalzo: Olympia e Cabanel, onanismo e coito
» Orson Welles: Sinistra e Arte. A cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: 2 tombe + 2 tombe = 5 con Mahler
» Claudio Di Scalzo: Non sono che un fallito. Vostro Gauguin. E' deciso si muore!
» Claudio Di Scalzo: Requiem con pennello filosofico. Su Rembrandt
» Claudio Di Scalzo. Doppia elevazione. Su Rembrandt
» Claudio Di Scalzo: Noterelle sulla Poesia Visiva 25 anni dopo
» Tristano e Isotta a cura di CDS
» CDS: Breton e l'Amour Fou. Con foto di Margherita Stein
» Poe e Poema nel Doppio - Cura e illustrazione Claudio Di Scalzo
» Werner Hurter. Cura Claudio Di Scalzo
» Georges Fourest. A cura di Claudio Di Scalzo
» MAN RAY RICORDA 2. A cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: D'amore nelle spire tricolore bollire
» MAN RAY RICORDA 1. Cura Claudio Di Scalzo
» Fuoriquadro sull'Internazionale Situazionista. Cura Claudio Di Scalzo
» La camera di Christina Rossetti. Traduzione di Margherita Stein
» Kent Rockwell - Dizionario casuale dei pittori dimenticati - Cura cds
» Osvaldo Licini: L'Olandese Volante
» Lea Vergine: Follia in arte e poesia. Illustrazioni di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Piccolo mito della Formica Puma
» Claudio Di Scalzo: ESTATE sì FINISCA chiede MARDISCA
» Claudio Di Scalzo: Come si invecchia nell'autunno a Venezia se sei Accio Heathcliff. A Sara Esserino.
» Claudio Di Scalzo: Lingua Fuoricorso
» Encyclopedie des objets utiles et inutiles. Divulgazione a cura di Claudio Di Scalzo
» Informazioni per i collaboratori