Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

Arte Transmoderna

:: Claudio Di Scalzo: Fiori per Bataille 1972/2012 - I
11 Giugno 2015

 

 Claudio Di Scalzo

FIORI FRESCHI FIORI SECCHI DI BATAILLE

Nei primi anni Settanta, fresco di letture di Bataille con gli "occhiali" che trovavo a Parigi da mio zio Lenino, e la montatura (ah già montatura!) era del Gruppo Tel Quel!... presi a dipingere “Fiori secchi per Bataille” (mi rimangono alcune tele e carte le altre sono andate perdute) mettendovi a binario testi scritti fioriti e sfioriti da tagli e marciti con giardinaggio improvvido. (I testi manoscritti li ho conservati) - Quaranta e passa anni dopo torno a dipingere fiori per Bataille ma stavolta li chiamo "freschi".

Il vantaggio della mia condizione di autore è che posso andare avanti e indietro nella mia biografia di atti e misfatti estetici nei vari generi e “rimontare” e "proseguire" per stare senza mai finire nella maniera adatta nella mia storia che, senza volerlo, s’accosta, si compenetra, si struscia (oh se fruscia!) al romanzo.

Le mie letture del Gruppo Tel Quel, che in italiano sarebbe stato tradotto qualche anno dopo dalla casa editrice Dedalo, vertevano sulle figure di Bataille e Artaud e dietro le spalle Lautréamont. Ci capivo (e scoprivo) quanto mi serviva (ho sempre “preso” quanto mi necessitava senza andare tanto per il sottile! con furore e astuzia artigiana, e non da intellettuale) per la pittura segnica e successivamente per la prassi detta neo-pittura e per la scrittura nonché per la fotografia. Puppavo da Kristeva, Playnet, Sollers, Barthes, e amavo Daniela Cantelli e Antonia Milk. Lo snodo era l’albergo di mio zio Lenino "La belle Élisabeth" – A fine anni Settanta qui sarebbero giunte Margherita Stein e Karoline Knabberchen. E avrei scritto e disegnato e fotografato altro. E senza l’amore avrei pensato e basta le opere, annotandole su foglietti, senza realizzare un segno (fedele al maestro Marcel Duchamp). Invece tanto amore tanti segni. Ma senza farne mercato pubblicazioni mostre. Rari eventi per scelta mia rivoluzionaria. E per il timore che se l’avessi fatto avrei perso quanto l’amore generava in me di creatività fantasia. Poi a metà anni ottanta la tragedia di Karoline Knabberchen mi avrebbe ancor più sospinto nel nascondimento. 

 

CDS: Fiore secco di Bataille 1, 1972

 


 

                                                      FIORE SECCO BATAILLE 1 – 1972

                                                      Guarnisco  il fiore secco con vanità che strugge

                                                      l’atto volontaristico d’ogni colloquio con la bontà.

                                                      Scelgo la commista violenza laida che memoria lascia

                                                      nodo me d’inconffessabile ambascia stame.

 

                                                      Il governo Colombo è ridotto al lumicino

                                                      sulla sua cera spargo stelo parvenza pelo.

                                                      Bocca muta antera scruta la fitta ingorda

 

                                                      sgocciolata dall’ombelico  al sesso fine della lama.

 

 


CDS: "Col fiore fresco di Bataille ci esco tardi per un rinfresco di sguardi"

 11.VI.2012
 

 

 

                                                                        FIORE FRESCO BATAILLE 1 - 2012 

                                                                        (col fiore fresco di Bataille ci esco)

                                                                        Male urlo scale necessita porlo  

                                                                        violando l’interdetto catena d’orlo.

 

                                                                        Fiorire gramigna che s’intigna elicoidale

                                                                        pannocchia corimbo-tirso anormale

                                                                        dove la sostanza eccelle d’eros

                                                                        sottopelle dove si è sovrani

                                                                        (del basso misto pubi e ani)

                                                                        delle prime e ultime fioriture

                                                                        nel presente desolato

                                                                        incuranti del pensiero annacquato

                                                                        dalle borghesi paure.

 

 

 

 

  


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» CDS detto Accio: One Shot di Sara Cardellino su Kaspar Hauser.
» Accio: Cyrano de Bergerac sorride. A Sara Cardellino
» CDS: Incuba. Lettera alla compagna Nara
» Accio: Cyrano de Bergerac spadaccino affidabile. A Sara Cardellino
» Accio: Cyrano de Bergerac sulla Luna. A Sara Cardellino
» Margherita Stein: Ricorda Achab e Stirner. Biglietto con video per Claudio Di Scalzo e L'Olandese Volante. Biografia della Stein
» CDS: "Oinochoe Instagram - Febbraietto in greco detto - A Medea Topino Virgolina
» Claudio Di Scalzo: Giornata della Memoria e pornografia poetica
» Fabio Nardi e Claudio Di Scalzo: L' Uomo di Munch a Lucca
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Lapide Rosa per Idina Faro
» Claudio Di Scalzo: Claudio Vlaminck
» Claudio Di Scalzo: Corsaro Programma per L'Olandese Volante
» Claudio Di Scalzo: Macke scrive a Franz Marc
» Claudio Di Scalzo: A Foscolo alla Corsara della Metamorfosi
» Claudio Di Scalzo: Passo del Funambolo. A Karoline Knabberchen
» Claudio Di Scalzo: Fantômal + Montale - 6
» Claudio Di Scalzo: Fantômal + Montale - 4
» CDS: L'Uccisore maramaldo di alberi post-impressionisti
» Claudio Di Scalzo: Cyrano bio un po' mio
» Claudio Di Scalzo: Lavagna moretta. Lagna di fretta.
» Claudio Di Scalzo: Sintetico Scalzo in Arte
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Kaspar Hauser ad Aosta
» Claudio Di Scalzo: "Leggere mi perdura" - Performance di Narrative-Photo anni '70.
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Kaspar Bibò Hauser
» Claudio Di Scalzo: Kaspar Hauser ultimo splendore
» Stein - Di Scalzo: Prendo la mira per te per la tua reflex
» Claudio Di Scalzo: In linea la Moldava di Kupka. A Margherita Stein
» CDS: La casa scomparsa di Monaco. A Margherita Stein. I
» Claudio Di Scalzo: Leggere per me è una messa in scena...
» Claudio Di Scalzo: Profilo Cracy nel Transfumetto - a Sara
» Claudio Di Scalzo: Autoritratto come L'Olandese
» Claudio Di Scalzo: Notturno a Voga
» Claudio Di Scalzo: La chiesa di Voga
» Claudio Di Scalzo: 40 anni dopo. Foto 1976
» Claudio Di Scalzo: Rivoluzioni 1
» Claudio Di Scalzo: "Fantômal d'Arp" - 3
» Claudio Di Scalzo: Fantômal + Michaux - 2
» Claudio Di Scalzo: Fantômal + Bresdin 1
» CDS: Wyatt Disca Earp ovvero Far West domestico
» Claudio Di Scalzo: Bat-Aille infiorato
» Claudio Di Scalzo - Margherita Stein: Otto Marzo Scotto Sfarzo. In cerca della vestale velata di Raffaele Monti a Chatsworth House
» Claudio Di Scalzo: Mardisca in tua vista
» Christina Rossetti: A pause. Traduzione M. Stein
» Claudio Di Scalzo: Buck Eden contro la gerarchia vassallatica in letteratura on line
» Bataille: L'ano solare. Traduzione Di Scalzo/Margherita Stein
» Accio: Uomo complicato nel notturno nevicato. A Sara Esserino, lontana parecchio.
» Antico Volto Amico 1 - a cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Contrabbando di poesia senza comando
» Nietzsche in Engadina. A cura di Claudio Di Scalzo. Dedica a Lou-Cat Saloté
» Bucanieri nel fil di fumo web
» Roland Barthes. L'alluce di Bataille. A cura di Margherita Stein
» Jean Stevo: Visita ad Ensor. A cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Come si invecchia nell'autunno a Venezia se sei Accio Heathcliff. A Sara Esserino.
» Encyclopedie des objets utiles et inutiles. Divulgazione a cura di Claudio Di Scalzo
» Les Schizos célèbres et influences en photo. A cura di Claudio Di Scalzo