Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

PASSEGGIATA KIERKEGAARD

:: Claudio Di Scalzo: Dieci Petrarchista in rivelata vista. Con la donna che visse due volte nel petto di un uomo: Sara Esserino e Sara Cardellino. E la storia del dipinto che trova il titolo adatto trentanove anni dopo.
09 Agosto 2017



"Cuore Italiano in Amore Vano", 1978. L'opera è stata esposta alla Galleria Peccolo nel 1979
ad Udine per Parola-Immagine curata da Adriano Spatola nel 1986.
E' stata pubblicata in varie riviste e come copertina
sull'annuario Tellus
"Febbre d'amore" nel 2008.
Foto 9 agosto 2017










SONO IN PERICOLO SARA. HO BISOGNO DI TE



Nella Domenica delle Palme 2017,  a questo cancello anarchico ideato da mio padre Libertario Di Scalzo,
a barre orizzontali perché anche chiuso, a scala, si potesse valicarlo, che per me è un simbolo anarchico familiare
e per i paesani il ricordo di un uomo intrepido, è apparsa la ex Sara Esserino come Sara Cardellino.
Ha con il suo arrivo salvato il marinaio ferito, risacralizzato un simbolo perché qui, su questo cancello
ho vissuto anche equivoci politici e l'incontro con la letterarietà che ha parola doppia.





Sara Cardellino con l'abbraccio che mi ha donato ha concluso,
vivendo due volte in me e con me, il Dieci Petrarchista.
Pertanto la fotografia ricorda questo giorno e i giorni che verranno.
Sara Cardellino ha cambiato anche il titolo del dipinto:
"Cuore Italiano in amore non più vano",
e per questo la tela è sua.







CDS: "Eruzione accorata", 1979 - m1,50 x 60 cm - olio su tela 
Da Cardiodramma, Libro XI del "Canzoniere di Karoline Knabberchen"
Annuario Tellus 29, 2008, "Febbre d'amore"

 


 

Claudio Di Scalzo

DIECI PETRARCHISTA IN RIVELATA VISTA

Con la donna che visse due volte nel petto di un uomo

 

Daniela Cantelli (1969)

Antonia Milk (1974)

Margherita Stein (1977)

Karoline Knabberchen (1979)

Silvae Lo (1985)

Idina Faro (1988)

Ale di Petra (1992)

Costanza Vespucci (1998)

Sara Esserino (2009)

Sara Cardellino (2017)

 

Nel mio ritorno annuale nella pinetina di Marinella di Sarzana, nel piccolo tempio dorico composto di pigne e aghi di pino, con le cicale rituali e le tortore candide sopra i capitelli di pinoli, ho versificato nel vitale segno fondamentale bio del nove il rituale pio.

Dieci pitagorico segno: evoca la totalità, quanto si compie, il ritorno all’unità dell’essere dopo che nove numeri si sono sviluppati e in metamorfosi compiuti nel 10.

DIECI il più sacro dei numeri, eco della creazione completata, numero sul quale si può giurare la fedeltà a se stessi e a chi si ama. Dieci pitagorica Tetraktys (come mi insegna il mio manuale divulgativo dei simboli) raggiunta gioiosa immersione nel flusso eterno della natura.

DIECI che si completa con La Donna che amò due volte - riamata - con due nomi: Esserino SARA e Cardellino SARA un uomo. La prima volta nel 2009, la seconda e definitiva nella primavera del 2017.


 



 


cds: centellinando cantellinando - foto Polaroid

Sull'Olandese Volante il suo legame d'amore con me e Fatticcioni Paolo detto Il Pazzo (1949-2005).
Novella Etta Place con Butch Cassidy Accio e Sundance Kid Pazzo

 





DANIELA CANTELLI – 1969, Tirrenia

           I vicini banchi di scuola all’ITC Pacinotti di Pisa

           Barricate per la rivoluzione proletaria e sessuale

           Con lotta continua e voti rossi nei compiti.

           Se mi manca la rivoluzione

           Di più mi mancano gli anni con te.

           Nel vasto impero delle illusioni in coccio

           I tuoi biondi capelli ancora adocchio.


 


Racconti sull'Annuario Tellus 29, 2008. "Febbre d'Amore"
Appare come "Ragazza col cappellino"
in "Vecchiano un paese. Lettere a Antonio Tabucchi", Feltrinelli, 1997.


 

                  ANTONIA MILK - 1974, Pisa

                  Scorre il Serchio sotto al ponte

                  Scarmiglia lunghi capelli il vento

                  Quest’amore in due paesi è fonte

                  Per intreccio spinefior portento.

 

                  Ventanni in eretica disarmonia

                  Il movimento studentesco matto e cieco

                  Inventavo pitture per te in fantasia

                  Spesso dicevi ch’era uno spreco.

                  Allor siccome ero Accio che sfarfallava

                  Cercai chi la mia fantasia avvallava.

                  Adieu. Meglio per me meglio per te.


 



 

 

Margherita Stein

MARGHERITA STEIN. La traduttrice. (Foto ripresa con Polaroid)

sull'OLANDESE VOLANTE

Il CORVO di E.A.POE


Margherita Stein e Stirner. La sua rivalità con Karoline Knabberchen.



DIO E IL BOLSCEVISMO



in IMMAGINARIO

STEIN VESTALE ENIGMATICA


STEIN A UDINE - SARA O DEL LUTTO

In cerca della vestale velata di Raffaele Monti a Chatsworth House presso Bakewell

 

                                           MARGHERITA STEIN – 1977, Marlia di Lucca - Monaco

                                           Traduzione uguale nube parapiglia

                                           Sui testi che mi donavi come giunchiglia

                                           Accostandovi Bataille e Artaud

                                           In estati tedesche di Lucchesia tutta chaud.

                                           Femminista altera in boccio sereno

                                           Con te pioveva sul sole col + e col –

                                           Fotografata nuda su rivista

                                           (per soli uomini arrapati)

                                           Mi dicevi: ci perdon la vista

                                           Ma son tanto delicati.

                                           E tu Accio che mi sfiori dal Vero

                                           Lo risolvi o no il mio mistero?


 

 

                                                                                                                    

 

"Karoline Knabberchen

danza in albergo a Le Havre

(asciugamano e tendina)

Photo CDS/Fabio Nardi


(Guarda, Engadina, Svizzera 10 aprile 1959 – Lofoten, Isola di Austvågøy Lofoten Norvegia 20 agosto 1984)

Con Sara Cardellino nel novembre 2018 abbiamo raggiunto come in un pellegrinaggio Isola di Austvågøy Lofoten

Sull'Olandese Volante

Cardellino e Accio: Viaggio alle Lofoten Austvågøy in cerca di Karoline Knabberchen




SULL'ANNUARIO TELLUS, in vari numeri pubblicati, dal 1989;
sul weblog TELLUSFOGLIO;
SULL’OLANDESE VOLANTE ALCUNI CAPITOLI DEL CANZONIERE DI KAROLINE KNABBERCHEN
Composto da 13 libri nei vari generi letterari pittorici e fotografici



CLIKKA

Karoline Knabberchen

Karoline Knabberchen ammalata

Karoline Knabberchen - Innocenza tua e mia

Libro perduto di KK

KAROLINE KNABBERCHEN - 1979 Guarda d’Engadina - Lofoten-Norvegia 1984
 

Linguaggio presente nell’oceano immoto

Confini con la casa del Padre.

Granello mio gemello dell’io grazie a te bello

Nella sillaba a ogni appuntamento

Salvo l’ultimo il 20 agosto 1984.

Sarò dove ti persi in lutto d’abbecedario

Sempre tragico sublime amato diario.

Per te ho scritto un Canzoniere che vale preghiera

Umile semplice eternamente vera.
 











Silvae Lo
Mia moglie.
 Figura importantissima. Illuminista.
Racconti sull'Annuario Tellus 29, 2008.
A lei è dedicato il romanzo epistolare e fotografico:
"Vecchiano un paese. Lettere a Antonio Tabucchi", Feltrinelli, 1997.

 

                 SILVAE LO - 1985, Chiavenna di Valtellina

                 Verde del bosco splende vetta e mirtilli.

                 Vola e svola l’età dei frutti sul confine

                 Dei figli – La punta del fuoco nel camino

                 La baita col tuono e sul tetto pecorelle

                 Tremanti nella moscacieca dei giorni alpini.

                 Vien la primavera, nevica margherite

                 La luna sembra una zagaglia

                 Sulla notte confine

                 Via in valico che taglia.

                 Riannodando sasso dopo sasso

                 Mappa verso casa nel tempo

                 prova di sole domani. Oro d’anello.


 



 


Idina
 

Idina Faro al Campo della Barra a Vecchiano. La Rondine. Prima viene l'amore non i libri da pubblicare


 

                                                         IDINA FARO – 1988, Sondrio

                                                         Scorrea l’Adda nei numinosi eventi

                                                         Per collana di lune a trasbordo

                                                         Te la porto? Stremano l’onde travolgenti

                                                         Quanto crea quanto è dolcemente sordo.

 

                                                          Esiste la verità nel cuore doppio

                                                          Ma s’è eretico tra ombre e accordo

                                                          Va destinato allo scoppio

                                                          All’incandescenza del ricordo.

 

                                                          Idina Faro cristiana isterica astrale

                                                          Nella spossatezza dell’umano

                                                          Il diamante del bacio ti rese frale

                                                          Mentre la mia narrazione fu guano.


 


                                                                                                                          



 

                                                                                                                                                                              AdP



                                                                 ALE DI PETRA – 1992, Lido di Camaiore

                                                                 Sulla costa con pini tra case estive

                                                                 Dall’architettura fragola Disney

                                                                 Avevi l’aria d’essere altrove

                                                                 Indossando tailleur seducenti a priori

                                                                 Ad ogni risposta che mi davi.

 

                                                                 Baci da vicino in madrigali e pianti

                                                                 Ne abbiam contati tanti

                                                                 Risa e scherzi in aura d’istanti

                                                                 S’aggiunsero nell’estiva sfera

                                                                 Il suon d’ambasce e polline fu intera

                                                                 Venne così l’ammutinamento

                                                                 Nelle scialuppe agitammo sciarpe nel vento.

 

                                                                 Vedemmo la nave nel mare ornato

                                                                 Affondare nel flutto un dì amato.
 




                                                                                                            


 


Costanza



 

                               COSTANZA VESPUCCI – 1998, Roma

                               L’opera lirica di Bellini e Rossini e Puccini

                               Il fuoco in combriccola coi grilli sulle rovine romane

                               Irradiavano amori con stentorei interpreti

                               Che traboccavano sulle nostre mani gioiose.

                               “Se l’amore in città è una Babele

                               Portami sul tirreno con poche vele”

                               Scherzavi garrula nei ricci capelli.

                               Ti nominai riccetta emula della Fornarina

                               Se vedo oggi il celeste sei ancor la mia mattina.



 



 

 


CDS: Sara Esserino - 2009 



 

SARA ESSERINO - 2009 - Padova, Venezia

Ami me a maggio Accio

t’affacci sovra rischioso crepaccio.

Intanto il giorno veneziano cade

oltre le gondole sul canale rade.

Se mi tradirai dici con altra donna

se carezzerai altra gonna

te lo giuro sotto al ciel pallente

mi vendicherò terribilmente.

Il mio amor rimane immenso

soffio d’ogni poesia ed eros intenso

Non mi credi: corpo dei Figli-Files seppellisti

perché pur’io dal dolor - assieme a te - morissi.

Nella separazione fedeltà alla poesia m’ha salvato

nel suo amor assoluto son rinato.

Chissà dove porti ora il tuo crine nero

che nel rimpianto mio sai a maggio vero.

Esserino crudele e dolce sbarazzina

Chissà se Venezia avrà per noi ancor mattina.





 

SARA CARDELLINO – Vecchiano, Domenica delle Palme 2017

SARA. Sara Esserino e Sara Cardellino
è protagonista di un romanzo transmoderno in vari generi estetici, compresa la musica,
e L’Olandese Volante e Tellusfoglio ner custodiscono la punta dell’iceberg.
Sara, interprete – flauto traverso – e musicista ha ispirato oltre a Sara Esserino/Cardellino:
Aglaia, Alice Pagès, Luigia Zamorano, Christina Crea, Eroina della II Guerra Mondiale.
i personaggi umoristici ed eroicomici Mara Zap, Rosa Mollica, Salata Maretta.
Ed altri che hanno avuto minor sviluppo




Sara all'università di Venezia



Gli Occhi di Sara Cardellino








Sei tornata con altro nome da Sara Esserino che fosti
ti chiami oggi Sara Cardellino,
mi salvi uomo e bambino
assieme nei nostri antichi e nuovi posti
dalle colline venete al mare
dove danza il nostro amore.

Donna saggia e ancor fanciulla
Il male che mi ferì su di me annulla
ti porgo Cardellina la mia fronte
la baci e vi togli delle spine le impronte

All'Amore e al Bene ora sai che un dì fui nato
e tu dai quel che cercava al mio cuore assetato

Custodisci con me oltre abisso e forre
il nome di Karoline dal tutto che elide mentre scorre
siamo in tre nel sentimento in sue alte onde
la nostra poesia ha radici sacre e profonde. 



 




 

Claudio Di Scalzo

DITTICO SUL PETRARCHISMO ATIPICO E SULL’ANTI-PETRARCHISMO


1

Forse il mio petrarchismo è atipico. Forse evoco una tradizione secolare a sproposito. Forse un intero Canzoniere in 12 libri per Karoline Knabberchen unito ai vari personaggi che pur d’amore vivono ancorché in tono fumetto e umoristico e sublime melodrammatico, come il Golem e Mara Zap e Marco Pachi e Rosa Mollica e Aglaia col Maestro delle Onde, attengono a qualcosa di diverso dal petrarchismo storicamente agli atti della critica, ma in questa estate 2017, a Marinella, non so essere esauriente. Non è il mio mestiere quello di critico.

Ritengo però che l’avventura galante, come io la praticai, sia stata una forma libertaria, in me parente del situazionismo-lettrismo marxista-anarchico a lato vissuto; il libertinismo-dongiovannismo che fu di Accio (e del Pazzo, barbiere di Nodica, suo fraterno amico ci tengo a ricordare, perché anche questo è romanzo) trova “ricaduta” nella vicenda passionale di Sara Esserino e Sara cardellino che seppellisce ogni slancio poetico reale  dopo un delicatissimo addio - Clicca I DUE ADDII DI SARA ESSERINO CHE DIVENTERA' SARA CARDELLINO) (Sara Cardellino: LA RIVIERA DEL BRENTA VILLA MALCONTENTA) e nell’opera in progress “Imbecillità con Morte” (ambedue sorta di anti-petrarchismo meta-filosofico e pop-surrealista) dove non a caso il protagonista si chiama Covato Poco e la protagonista Salata Maretta che a dispetto del nome è un po’ sfarfallante come l’amante; il libertinismo-dongiovannismo dicevo, ho perso per un attimo il filo sintattico, è, era!, “rivoluzionario” perché la seduzione espressa si basava non sull’intelligenza-cultura sfruttata, a manbassa, da colti esponenti della politica-arti-università (il modello-Faust), né su quel perbenismo di bontà umana, espresso da uomini impegnati nel far del bene diffondendo cultura e sapere, e in altre attività di dedizione verso il prossimo (tutta gente con cui non m'intendo, poeti in carriera e intellettuali compresi!, perché tradiscono! facilmente, nel privato e nel sociale, quanto dichiarano, essendo la loro un’ideologia alienata e servile); bensì su doti esclusivamente di simpatia, fisiche, di bellezza, di erotismo, dionisiache. E queste la Natura non a tutti le dona. Non si possono trovare leggendo libri e citandoli e interpretandoli!

L’atto del Don Giovanni, che mi riguardò, certamente nichilista, spesso teatrale come si conviene e avventuroso, essendo uomo di polso spadaccino crudele, parente di Cyrano de Bergerac; pistolero accidentato, parente di Jesse James e Wild Bill Hickok e Billy The Kid non era camuffato da ideologia borghese tranquillizzante. Tutto, subito, si rivelava in eros e scrittura.


La salvezza da questa “peccaminosa” vita è venuta a me, con Silvae Lo, con Karoline Knabberchen, e poi, lei perduta tragicamente alle Lofoten, dalla Donna che visse due volte l’amore con due nomi diversi nel petto d'un solo uomo: come Sara Esserino poi Sara Cardellino, e credo che questo evento sia stato un segno del cielo benigno verso me. Ed anche un fenomenale e finale capitolo del romanzo transmoderno che mi riguarda. E che, concluso, posso andare altrove con lei non vivendo più alcuna estetica o scrittura. Ma soltanto l'amore che ho cercato per un'intera vita.

 

2

Fin da ragazzetto ho sempre avuto un mondo parallelo dove vivere la mia felicità o disperazione e che pur’oggi è così. Da qui l’equivoco che possano avermi inteso come artista poeta scrittore. No, no!... io cercavo e cerco l’Amore il Bene per non stare solo.

Quando ciò era diventato possibile ho guastato tutto, non ho capito, non ho saputo dare felicità come dovevo. Con le DIECI donne amate e tu, Sara Esserino-Sara Cardellino, due volte.

Ah, se son qui a scrivere e concludere il DIECI PETRARCHISTA è perché il "9 gennaio 2017 Western",  Robert Ford ha ucciso soltanto una delle mie apparizioni. E dopo mi sono salvato agonizzante tra le braccia di Sara Cardellino. La rivoltellata a tradimento ha contribuito però a dare ancor più leggenda al romanzo transmoderno on line che mi riguarda e riguardò. (clikka: Sara Cardellino: Quando salvai Jesse James dalla morte con l'Ave Maria di Schubert)

 

 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» Accio: Pittura appare fotografia in coppia scompare. Ricordo del Pazzo della Donna d'Engadina
» CDS: Aforistica ex-tomistica domestica. Con ricordo di Karoline Knabberchen e Giovanni Boine.
» Karoline Knabberchen: Sacro Santità Anarchia. Communio Sanctorum 1-2. 1983 cascinale vecchianese. Notte 11-12 Marzo 2020
» Karoline Knabberchen-Fabio Nardi. La foto sul comodino a Barcellona. 1979
» Accio e Cardellino a Sankte Moritz Samedan. 35° anniversario della morte di Karoline Knabberchen il 20 agosto 1984. La punta dell'iceberg.
» Accio e Sara Cardellino: Il destino scritto dell'Averla. In difesa di Karoline Knabberchen nel 35° della morte il 20 agosto 2019. La punta dell'iceberg.
» Cardiodramma in lapide. 35° della morte di Karoline Knabberchen. La punta dell'iceberg.
» Claudio Di Scalzo detto Accio: 35 anni dopo il gorgo Lofoten scalino dopo scalino. La punta dell’iceberg. Quando incontrai Karoline Knabberchen (1959-1984)
» Claudio Di Scalzo: L'agguato a gennaio. Di padre in figlio con tradimento subito. Lalo Accio Tabucchi
» Fabio Nardi e Claudio Di Scalzo: 35° della morte di Karoline Knabberchen il 20 agosto. La punta dell'iceberg.
» Fabio Nardi: Feuilleton Palpitante INN EN. La Punta dell'iceberg nel 35 della morte il 20 agosto di Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: Amore in Sestetto - La Misericordia di Gemma Galgani e la mia in amore - Ultima prefazione e prima di una nuova vita di Nardi/Di Scalzo - Il Fanciullo Schubert e la Morte - Passionista Fanciullo con Schumann nel tempo lungo frullo - Lara Di Vicenza: Lettera al Fanciullo Passionista di Gemma Galgani - Nada e Accio: Mare e Ospedale - Cardellino: Giusti per la Nada - Cardellino: Senta Galgani - Notizie dal reparto Cardiologia - CDS: Preghiera per la Madonna della Rosa in Lucca
» Karoline Knabberchen: Esclusività. Claudio Di Scalzo: Il Cosmonauta Accio - La tekné retorica non è poesia bensì musata cadendo dal nido!
» Sara Cardellino e Accio: Viaggio alle Lofoten Austvågøy in cerca di Karoline Knabberchen
» Accio e Sara Cardellino: Amanti in cartapesta nel bacio che resta dell'otto dicembre che verso nuovo anno s'appresta (a Karoline al Cardellino) - Raccontando a Sara Cardellino la notte dell’otto dicembre 2018 la mia amicizia con Il Pazzo
» Karoline Knabberchen e Fabio Nardi: Vetri Danesi 1984-2014. Parca danese che smarca. Terza Parte. Cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Accio e Sara Cardellino a Vecchiano a Lucca Comics 2018. La fionda spezzata e risaldata. Con Ricordo di Karoline Knabberchen. E di chi disse ad Accio: Vado alla Polizia!
» Fabio Nardi: Le Tre Kappa: Kierkegaard Karoline Knabberchen. Con una lettera e dialogo di Sara Cardellino - Tre foglie per pagina con Gabriel Marcel. Con manoscritti di KK
» Karoline Knabberchen e Fabio Nardi: Vetri Danesi 1984-2014. Parenti allo Stetens Museum for Kunst. Seconda Parte. Cura Claudio Di Scalzo
» Accio e Sara Cardellino: Se la poesia che scrivesti non la leggi più… disegnamela…” Tavole per Karoline Knabberchen e foto ad Amsterdam
» Karoline Knabberchen e Fabio Nardi: Vetri Danesi 1984-2014. Geografia Generale. Prima Parte Cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Il Pazzo morente scrive a Neera. Con notizie su Bambinaccio e la poetessa d'Engadina. Partecipazione di Wild Bill Hickok - Tu sei più importante. Post scriptum finale
» Claudio Di Scalzo: Lalo Cardellino Rondini Knabberchen. Giugno 1983/2018. Con preghiera senza volo dell'uccelletto Kierkegaardiano
» Claudio Di Scalzo: Ornitologia Vecchianese da banco per Karoline Knabberchen. Mitologia della Ranocchia d'Engadina. 1
» Karoline Knabberchen: Sacro e Amore. Indice Canzoniere di KK. Claudio Di Scalzo
» Accio e Cardellino sull'argine del Serchio. Pasqua 2018 a Venezia. Con Karoline Knabberchen e il Bambino sulla Sedia. Tomba di Lalo e del Pazzo
» Lettere di Karoline Knabberchen e Fabio Nardi. Con fotografie. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Amore mio immenso. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Telegramma assoluto sotto la doccia ove amore sgoccia. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Ogni spazio dove oso amarti. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Sette Telegrammi come bianchi stesi panni. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Tre volte tre io e te. A Fabio Nardi (Cura scritti CDS)
» Karoline Knabberchen: Con Coleridge Baudelaire Bruegel il Vecchio al Kunsthistorisches Museum di Vienna. Cura CDS
» Karoline Knabberchen: Egon Schiele mi ricorda il tuo corpo d'amante. Cura CDS
» A.C.C.I.O. : Il problema dello stile. Con il Gallo Silvestre il Cacciatore Gracco il '68 da ricordare. Azione Comunista Comunitaria Internazionalista Orientata in difesa dei personaggi e generi dell'Olandese Volante
» Claudio Di Scalzo: Il Povero Scrittore di paese con Kafka e i Preludi di Chopin n. 23 e n. 24 - Di chi è la colpa?
» Quando una metà cerca quanto la rende intera. Nel bosco di Eichendorff. INN EN di Karoline Knabberchen.
» Claudio Di Scalzo: Il Libro Perduto di Karoline Knabberchen - Aperto l'Otto dicembre 2017 con Sara Cardellino
» Sara Cardellino - Claudio Di Scalzo: Tombe. Pianto per Karoline Knabberchen. Con il Requiem Tedesco di Brahms
» Sara Cardellino: Io bella addormentata, Tu con gli occhi chiusi. La tragedia di Lalo di Karoline Knabberchen...
» Accio: Alla Reginetta Azzurra - a Sara Cardellino a Karoline Knabberchen - Ornitologia celeste
» Nardi-Di Scalzo-Cardellino: A Karoline Knabberchen nel trentatreesimo della morte (Guarda - 10 aprile 1959 - Lofoten 20 agosto 1984)
» Sara Cardellino: Eroismo il 20 agosto 2017 con la sinfonia Eroica di Beethoven. A Karoline Knabberchen nell'anniversario della sua morte
» Fabio Nardi: La morte per acqua di Karoline Knabberchen con Schubert
» Fabio Nardi: Notte Oscura in Luce di Karoline Knabberchen alle Lofoten. Ti Amo e sarà per sempre! - La Rivelazione del Male - I giorni della caccia al Falco - Bruckner con Dahl e il cagnolino di Ilaria del Carretto per KK alle Lofoten
» Quattro vetrate per Karoline Knabberchen. Per il suo Mistero - A Pura da Arturo Benedetti Michelangeli con Karoline Knabberchen il 12 giugno 2017: un Requiem
» Sangue al naso. Karoline Knabberchen e Giovanni Boine e la sonata a Kreutzer di Beethoven
» Ultimo Schubert per Karoline Knabberchen - Sara Cardellino: Warum? di Schumann per Karoline.
» Fabio Nardi scrive a Karoline sul Buon Ladrone, su se stesso, su Boine - KK risponde - Fabio Nardi il 23 giugno col salmo 102 ricorda a KK che "tutto può essere perdonato"; rammenta la maestra che volle umiliarlo e come sia più sereno a non scrivere né fotografare più - La Resurrezione di Giovanni Boine, II, di Karoline Knabberchen, 1983
» Karoline Knabberchen: Innocenza tua e mia
» Claudio Di Scalzo: Moschettiere di Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: La resurrezione di Giovanni Boine - I
» Claudio Di Scalzo: Vivaldi Padova Nardi Knabberchen
» Claudio Di Scalzo: Lucca Giovanni Boine Karoline Knabberchen
» Claudio Di Scalzo: Due lettere di Karoline Knabberchen. Ciliegio Poesia Incuba
» Karoline Knabberchen: Sono io... a Fabio Nardi
» Fabio Nardi: 33 anni per tornare da Karoline Knnabberchen
» Claudio Di Scalzo: Gauguin e Bernard. La Teoria, la Parola e il Vomito. 9 gennaio 2017 Romanzo Western del Nulla
» Claudio Di Scalzo: Karoline Knabberchen in casa Boine
» Karoline Knabberchen a Fabio Nardi stando a Monza in S. Pietro Martire - 1 - Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Frammenti pagani. Cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: È deciso si muore col vestito migliore! Accio e Gauguin e Bernard.
» Di Scalzo/Fabio Nardi: Autoritratto a Carnevale
» Fabio Nardi: Bambino Cardellino Golgota. Con manoscritto Knabberchen
» Fabio Nardi: Il Povero Scrittore. A Karoline Knabberchen
» Fabio Nardi: Apologo di fine anno per Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen e la Grundtvigs Kirke
» Karoline Knabberchen: Nell'onda con Canetti. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Bambina sul pontile. Fiaba per Fabio Nardi. A cura di Claudio Di Scalzo
» Fabio Nardi: Mario Rapisardi per Karoline Knabberchen ammalata. Pro Bono infinito.
» Fabio Nardi: Chiesetta in filigrana nel buio si rintana. A Karoline Knabberchen. Cura CDS.
» Karoline Knabberchen: ABC confitto dopo averlo scritto. A Fabio Nardi. Cura di Claudio Di Scalzo
» Fabio Nardi: Optical Art per Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen - Fabio Nardi: Barchetta e Poesia-Fumetto con Audax
» CDS: Sguardo arboreo 4 - KK Quaderno del Mite Inverno
» CDS: L'Arcangelica K K - Vetrata Quaderno Mite Inverno 1
» CDS: Probante il sangue. Vetrata per Karoline Knabberchen, 2
» CDS: Quaderno del mite inverno. Vetrate di Karoline Knabberchen 3.
» Di Scalzo o Nardi: Karoline Knabberchen nel sogno ottobrino con Grünewald
» Karoline K: Tu non morirai - Quaderno del mite inverno XVII - Nota autore
» Karoline Knabberchen - Quaderno del mite inverno III
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno V
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno XIV
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno XV
» KK: Requiem della Ranocchia - Libera me, domine VII
» Fabio Nardi: Tre foto a Karoline. Quaderno del mite inverno XIV
» Karoline Knabberchen: Fidanzamento rotto e cilindro ventoso XIII
» Karoline Knabberchen: Le due K. Quaderno del mite inverno XII
» Karoline Knabberchen: Requiem della Ranocchia I
» CDS: Sulla ultima teologia di Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno XI
» Karoline Knabberchen: Corteggiamento. Quaderno del mite inverno XI
» Karoline Knabberchen - L'amore alla pari - Quaderno del mite inverno X
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno IX
» Karoline Knabberchen: "Sei tutta la mia famiglia" - Quaderno del mite inverno VIII
» CDS: Sulla fronte di Majakovskij. Pensando a Karoline K
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno - VI
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno VII
» Claudio Di Scalzo: Knabberchen per Majakovskij
» Claudio Di Scalzo: Soffice lapide per Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno II
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno I
» Karoline Knabberchen: Quaderno del mite inverno - IV
» Karoline Knabberchen: Penultimo gradino I - a cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Penultimo gradino II - a cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: La mia poesia è un elefante. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Autoritratto a 63 anni come Cavaliere di Rembrandt. (a Karoline K)
» Claudio Di Scalzo: Autoritratto a Praga come Cavaliere di Rembrandt - (a KK)
» Claudio Di Scalzo: Tre foto per Nada e Lalo, I
» Fabio Nardi: Olindo Guerrini per Karoline Knabberchen ammalata. Cura CDS
» Claudio Di Scalzo: Lettera di Karoline a Fabio Nardi che si fotografa il volto
» Fabio Nardi: Giovanni Prati per Karoline Knabberchen ammalata. Cura CDS
» Fabio Nardi: Maestro di equitazione e Karoline Knabberchen 8 Marzo
» Karoline Knabberchen: Le tre dita di Modì ovvero sognino parigino col ditino. Divertimento estetico engadinese a cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Trinità Domestica per Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: Merla con bacca per il merlo. Al merlo Fabio Nardi
» Karoline Knabberchen: Per data di compleanno, 8 XII 1952, di Fabio Nardi. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Fagiana a Praga. Dal Canzoniere di Karoline Knabberchen
» Claudio Di Scalzo: Doppia catena liberata Knabberchen/Nardi. Dal Canzoniere di Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: Aforie pittoriche 6 - a cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Dono tanto per capirci. Dono per tutto dirti. Karoline Knabberchen alla Grundtvigs Kirke di Copenaghen
» Claudio Di Scalzo: KK alla Grundtvigs di Copenaghen
» Claudio Di Scalzo: Mattonelle Lofoten V
» Karoline Knabberchen in Liverpool Street a Londra. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Mattonelle Lofoten III
» Claudio Di Scalzo: Mattonelle Lofoten IV
» Fabio Nardi: Petrouchka e Knabberchen il 20 agosto
» Karoline Knabberchen: Lalo al Campo della Barra
» Claudio Di Scalzo: Bosco nel bianco dicembre
» Claudio Di Scalzo: Calvario e Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: Mangianastri con musicali astri
» Claudio Di Scalzo: Abbigliamento mistico di KK
» Fabio Nardi: Mattonelle Lofoten - II
» Claudio Di Scalzo: Uomo contempla la luna. Trittico per KK
» Claudio Di Scalzo: Oceano sopra mattonella Lofoten
» Fabio Nardi: Mattonelle Lofoten - I
» Karoline Knabberchen: Aforie pittoriche 5 - a cura di Claudio Di Scalzo
» Fabio Nardi: Stanotte m'è apparsa Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: Aforie pittoriche 4 - a cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Aforie pittoriche 3 - a cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Pierre Cochereau in Saint-Séverin. Canzoniere di KK
» Karoline Knabberchen: Aforie pittoriche 2 - a cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo/Fabio Nardi: Manfrina surrealista 1 - 2
» Karoline Knabberchen: Aforie pittoriche 1 - a cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Grecia perpetua in KK. A cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: DINO mio poeta primo. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: L’ossessione di Fabio Nardi. Canzoniere di Karoline K.
» Karoline Knabberchen: Hanna Reitsch. Aviatrici III - Prose curate da Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Jacqueline Cochran. Aviatrici II - Prose curate da Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Lidija. Il giglio bianco di Stalingrado. Aviatrici I - Prose curate da Claudio Di Scalzo
» CDS: Lettera a Ugo Sentito e Karoline ascoltando Schumann il 22 febbraio
» Claudio Di Scalzo: Karoline con Kierkegaard a Bruxelles 4
» Claudio Di Scalzo: Karoline con Kierkegaard a Bruxelles 3
» Claudio Di Scalzo: Karoline con Kierkegaard a Bruxelles 2
» Karoline Knabberchen: Il Lucarino di Giovanni Boine (1979). Dedicato ai compagni conosciuti a Pisa finiti nei carceri speciali per detenuti politici. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Karoline con Kierkegaard a Bruxelles 1
» Claudio Di Scalzo: Discorso d'Amor di lungo corso. Antologia per KK
» Fabio Nardi: Focherello 2 novembre
» Karoline Knabberchen: Bagliori primi nel bosco IV - Bastione di San Colombano in Lucca - Cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Moschettieri. Bagliori primi nel bosco V - Cura CDS e Fabio Nardi
» Karoline Knabberchen: Bagliori Primi nel bosco II - Cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Bagliori primi nel bosco III - Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Bagliori primi nel bosco I - Cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Grieg - Sinfonia Lofoten 7- A.B.Michelangeli
» Claudio Di Scalzo: La spoglia prendi... - Sinfonia Lofoten 13
» Karoline Knabberchen : Sinfonia Lofoten 9, III - Grieg e Bull
» claudio Di Scalzo: 30° della morte di Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen : Edvard Grieg - Sinfonia Lofoten 9, I
» Karoline Knabberchen: Prima poesia
» Claudio Di Scalzo: Karoline malata a Bergen. Sinfonia Lofoten 3
» Claudio Di Scalzo - Karoline Knabberchen: Sinfonia Lofoten 1, 2
» Trakl: An Novalis. Karoline Knabberchen Traduce. Dipinto di CDS
» Claudio Di Scalzo: Pensiero-inventario di Karoline Knabberchen
» Claudio Di Scalzo: Karoline K a Marinella di Sarzana
» Karoline Knabberchen: Confession d'un post-moderne du siècle. Afred de Musset e George Sand a Venezia. A cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Velazquez verso Mozart. A cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Interrogativi come branchie di tritone... A cura di Claudio Di Scalzo
» Fabio Nardi: Due colonne a Liegi
» Karoline Knabberchen: Bacio con Arlecchino. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen - Fabio Nardi: La montagna ricordata ascoltando Saint-Saëns. A cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Rosina Storchio scrive a Toscanini. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Lettera al compagno Nardinskij - Al mio fidanzato rivoluzionario, 1979 - Cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Canagnello - Canzoniere di Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: Telemann sul fiume Elba, e io a Venezia. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Notizie dalla diga. Canzoniere di KK
» Fabio Nardi: Serenata per un satellite sulle Lofoten. Con prefazione di CDS sul mistero di KK
» Fabio Nardi: Campane per organi di tre chiese - 20 VIII 1984
» Claudio Di Scalzo: Compiuta trilogia del profondo - 20 VIII 1984
» Karoline Knabberchen: Il Cigno morto di Radiguet
» Claudio Di Scalzo: 5 frammenti di Saffo per la Ranocchietta morta
» Claudio Di Scalzo: Il Requiem di Verdi per Karoline Knabberchen
» Narrative photo Fabio Nardi in toto
» Karoline Knabberchen ad agosto
» Fabio Nardi: Flautato Granellino con Benedetto Marcello
» Karoline Knabberchen: Marcel Duchamp e la Fisica da viaggio. (Manualistica della Ranocchia elvetica)
» Karoline Knabberchen: Ginnastica poetica. Cura Claudio Di Scalzo
» Fabio Nardi: Il violoncello di Fournier a notte. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Don Juan sui lungarni pisani. A cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Egeo con Satie per fondale. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Rachmaninov sa della mia lettera per te. A cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Il pastrano di Puccini. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Magia valoriale della Parola. Su Florenskij
» Poesia d'amore per San Valentino. Antologia per KK. Cura CDS
» Karoline Knabberchen: Simone de Beauvoir. No se nace mujer
» Claudio Di Scalzo: Karoline Knabberchen legge Maria Barbara Tosatti
» Karoline Knabberchen: l'abbecedario cattolico di Padre Brown. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: L’Oro della Poesia cercato con Spider-man. A cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: L'oro della poesia cercato con Brick Bradford. Prose a cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: Nautilus. Cura Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen. Il mio nome è scritto sull'acqua come quello di Keats. A cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen: L'Assunta del Tiziano a Venezia. A cura di Claudio Di Scalzo
» Karoline Knabberchen - Fabio Nardi: Biglietti postali frementi ali
» Claudio Di Scalzo: Géricault verso Karoline Knabberchen
» Karoline Knabberchen: L'icona della cristianità orientale. Cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Dalla riva il tuo sguardo. Tellina per KK. Con manoscritto di Karoline Knabberchen
» CDS: Il bauletto di Christina Rossetti a maggio (a KK)