Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

GIOVANNI BOINE 1887-1917

:: Accio: Battute con scarsa poesia. 1983/2023. Trentatr Con qualcosa anco di me. Foto 1978 Antonia Milk
19 Ottobre 2023


"Barba e Destino". 1978. Foto Antonia Milk




Accio

BATTUTE CON SCARSA POESIA. 1983/2023.
TRENTATRÈ CON QUALCOSA ANCO DI ME




Racconto sull'Annuario Tellus 29, 2008. "Febbre d'Amore".
Appare come "Ragazza col cappellino"
in "Vecchiano un paese. Lettere a Antonio Tabucchi", Feltrinelli, 1997.
Foto 1977 a Torre del Lago - Accio

 

Sara Cardellino ha ritrovato dattiloscritte queste “Battute con scarsa poesia” nelle interminabili soffitte del cascinale vecchianese. Le scrissi 40 anni fa. Ad alcune ho aggiunto, oggi, 19 ottobre 2023, proseguo riferendomi al web social. Ci abbiamo riso assieme. Scoprendo le foto di Antonia Milk è diventata seria! 

 

1

La poesia è un piacere e come tutti i piaceri transitorio. In genere un solo libro o un paio sono accoppiamenti col lettore: i rimanenti autoerotismo del poeta della poetessa che pensa di copulare. I social sono la solitudine poetica per eccellenza: vetta insuperabile della stimolazione, pari genere, genitale versificata. Anche illustrata.


 


Antonia Milk al Liceo di Pisa
Foto Accio 1977


 

 

2

Il gusto in poesia diviene presto combusto. Il poeta la poetessa (la poeta?) sulla cenere costruisce proprio busto. Lo scolpisce lo indossa.

 

3

La poesia scade come il latte quanto più sul social la si ammira con commenti acquosi.

 

4

Allo sfortunato poeta la Forma prese sembianza da Torma di pipistrelli vampiri e finì dissanguato in anonima Orma con versi disfatti.

 

5

Se il diritto alla poesia fatta da tutti fosse un diabolico inganno che miete più vittime della peste medievale scriverla sul web a che vale? Ma l’autore di cotanto gioco ugualitario, problema teologico, è Satana per accaparrarsi peccatori o Dio che si dedica al gioco della burla per perdonare incauti maldestri poeti e poetesse?

 

6

Non c’è niente di più pericoloso - come il troppo diuretico - dei ricordi in poesia per stimolare versi.

 

7

L’Amore consumato come il tramezzino acquistato in treno consegna alla realtà della prossima fermata con fame bestiale: intanto che il tempo della poesia abbellisce lo stomaco ma non il cervello razionale.

 

8

Il collezionismo di versi celebri, di celebrati maestri e maestre, con i quali il poeta compie dialogo non richiesto, produce nei fantasmi di chi scrisse un odio insanabile verso i devoti i copiatori gli aspiranti alla fama che può avere effetti di sfortuna editoriale irrimediabile.

 

9

IL FORNAIO MANCATO POETA

Per Fortuna, dopo aver sognato d’esser poeta con alloro anche sul web, svegliandomi scoprii d’essere ancora fornaio. Alla moglie dissi: “Col mestiere che faccio so come usare il lievito fossi poeta scriverei versi poco commestibili per chi li leggesse”. La moglie rispose: “Quanto mi dici dillo all’apprendista che ha un blog di poesia e scrive versi su Facebook!”. "Lo faccio!", aggiunsi. “Allora marito togli la mano tastante il mio culo, che non è un pane, poeta mancato!”

 

10

PACCO DI NATALE

Ho passato l’estate a scrivere poesie sull’amore perduto per poi congelarle nel freezer. Non scoloriranno come l’abbronzatura completa, tolto il bikini, presa sugli scogli a Calafuria. Ora le scongelo le appendo all’albero natalizio: me le regalo per ciucciarle. Se passa da qui Babbo Natale con lui in braccio come dono combiniamo una cosa a tre. Con l’ingordo poeta ex fuggitivo.

 

11

Il poeta disilluso chiuso in se stesso misurò al cesso lo scompenso tra fantasia stitica e mancato successo.

 

12

Il poeta crudele con i personaggi dei sogni li vive come complici dei suoi rivelati bisogni.

 

13

L’uomo la donna si adattano a tutto per umanità e antropologia; soltanto l’uomo poeta la donna poetessa non si adattano ai propri simili in poesia. Fanno finta.

14

I vecchi poeti s’industriano a decrescere i giovani poeti; quest’ultimi rimpiccioliti all’ombra dei vecchi si chiedono se essi, vegliardi, mai moriranno vista l’età di rughe e date di pubblicazione dei libri.

 

15

Troppa spietatezza nel diventare saggi poeti da vecchi non potendo bere acqua forma nòva dagli apparsi secchi.

 

16

Pessimista sul futuro dell’editoria poetica, ottimista sull’infinito macero del pubblicato.

 

17

PSEUDO MONTALE PER QUEL CHE VALE

La poesia secondo Pseudo-Montale è uno di quei beni alla portata di tutti, non misurabile per troppa diffusione, che concorre a rendere storto l’asse del mondo e delle relazioni d’ogni tipo in esso. Il problema è che gli addetti alla poesia, milioni, si sforzano di renderlo dritto.

 

18

SPECCHIO DELLE MIE BRAME POETA MANCATO DEL REAME

Mi esercitavo a specchiare mia vita nei libri di poesia scoprendola rotta in frammenti per scriverci sopra altra poesia. Tolti gli specchi non diventai poeta specchiato ma semplice poeta smesso intero fortunato.

 

19

FIBBIA POESIA BIBBIA

La lotta con il libro pubblicato di poesia è lotta del Poeta con l’Angelo del successo che immancabilmente ti colpisce con tiro basso stringendoti i testicoli maculando il clitoride. Inutile lottare meglio andare al mare! 

 

20

Impossibile scrivere una Poesia che non stia già nella Storia della Poesia. Sorte ria e mammamia! Se provate leggendo spavento cessate il mestiere di poeta ch’è per voi averno!
 

21

In Poesia, quella che funziona, le risposte che non arrivano sono sempre migliori delle domande non formulate. Lo sappia il poeta lo sappia il lettore. Se non l’intende meglio passi diversamente sue ore.

 

22

ALDO CHE RIDEVA E POESIA SCRIVEVA

Ridere senza cattiveria in Poesia può avvicinare al Dio Poeta Sconosciuto. A quanto so riuscì ad Aldo Palazzeschi.

 

23

DESTINO DEL POETA EX COMUNISTA TAPINO

-Quello in prima fila giunto per ultimo alla pubblicazione sgomitando mi sembra di conoscerlo!

-È un rinnegato poeta comunista che scriveva contro il feticismo della merce poesia e ora la vende, propone detto meglio, al COMPRORO dell’editoria capitalista di ogni tipo. Basta si pubblichi.

 

24

MESTIERE DI POETA

Il sogno del mestiere di poeta come ai tempi di Ungaretti e Montale di Pascoli e D’annunzio è il sogno di milioni di poeti dal quale non riescono a svegliarsi. Sonnambuli sul web scrivono versificano senza mestiere né ruolo. Però da sognanti non se ne accorgono.


 


Antonia Milk alle Pizzorne in Garfagnana, 1978
Foto Accio

 

 

25

MIRACOLO POETICO

Essere sani in Poesia è un miracolo; lo riceve chi sa del suo scolo in parola che cola.

 

26

STAGIONI PER ETÀ DIVERSE

Il risveglio dato dalla primavera alla poesia vale per i vecchi poeti vecchie poetesse. Giovani poeti e poetesse vivono nell’eterna primavera con raccolte-farfalle attorno svolazzanti a proprie spese.

 

27

MORTE DELLA POESIA

La morte della Poesia è una deroga falsa all’immortalità dell’editoria in crisi che pubblica poesia inutile.

 

28

Si rimane vivi finché non si cede alla poesia da scrivere da pubblicare.

 

29

Fastidio per la notte poetica vissuta da sveglio; lamento poetico che sia subito mattino! Nel mezzo la poesia in mutande.

 

30

Il poeta si seccò a parare le disavventure vogliose del proprio corpo e prese a leccarle.

 

31

La speranza del poeta è che il proprio corpo a pezzi torni come nuovo dopo il libro pubblicato. Invece agonizza nello iato.

 

32

Si necessita prendere distanze dalla Poesia corporale e impiantarsi almeno una angelica ale.

 

33

Più si va avanti nella poesia scritta più si va indietro sulla via salvezza dritta.


 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» Claudio Di Scalzo: Sara Cardellino agitatrice surrealista fotografata con l'Intelligenza Artificiale. 1924/2024.
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Sulla fotografia alla mia latitudine su Sara Cardellino mio fine. Ottocento/Novecento fino all'intelligenza artificiale tormento. Adolf Gayne De Meyer come inizio.
» Accio: Il Mare deve allarmare... con Antonia Milk e Daniela Cantelli Sintesi Seriale Seria Fantasmatica SSSF. 1975
» Accio: Citazione in fotografia scarsa grafia per scalza Sara magica dimensione. 2011
» Fabio Nardi: Pedalando in rosa quando il buio sta in posa. . . a Karoline Knabberchen, I - 1980
» Claudio Di Scalzo: Se a Karel Plicka sapplica rifotografia in men che non si dica. Praga 1970
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Pineta piccola Marinella - a Karoline a Sara. Luglio 2017
» Accio: Io la fotografia il Cardellino. Superstizione e immaginazione. 8 Marzo 2020
» Accio e Cardellino: Vieni al cinema espressionista con me che fo il muto...
» Fabio Nardi: Feuilleton Palpitante INN EN. La Punta dell'iceberg nel 35 della morte di Karoline Knabberchen il 20 agosto 1984
» Claudio Di Scalzo: Lucente dono Lumix di Sara Cardellino per San Valentino
» Claudio Di Scalzo: deciso si muore col vestito migliore! Accio e Gauguin e Bernard.
» Di Scalzo/Fabio Nardi: Autoritratto a Carnevale
» Claudio Di Scalzo: Fattori a Livorno
» Claudio Di Scalzo: Urquhart castle. A Rodina Mac Rury.
» Fabio Nardi: Chiesetta in filigrana nel buio si rintana. A Karoline Knabberchen. Cura CDS.
» Accio: Sorge luminosa dal monte fusa fonte. A Sara
» Claudio Di Scalzo: Tre tazze.
» Claudio Di Scalzo: Gagarin e margherite
» Claudio Di Scalzo: "Leggere mi perdura" - Performance di Narrative-Photo anni '70.
» Claudio Di Scalzo: Finestra a giorno sulla notte horror
» Claudio Di Scalzo: Diagonale chiavennasca con ombre sulla frasca
» Claudio Di Scalzo: Erba s'annera cielo spera
» Claudio Di Scalzo: Leggere per me una messa in scena...
» Claudio Di Scalzo: "Panino con cose bone e iphone"
» Claudio Di Scalzo: Tre foto per Nada e Lalo, I
» Claudio Di Scalzo: Poeta scalzo gufo calzato
» Fabio Nardi: Monza Cupo
» Claudio Di Scalzo: Autoritratto come L'Olandese
» Fabio Nardi: Maestro di equitazione e Karoline Knabberchen 8 Marzo
» Claudio Di Scalzo: Neve a San Cassiano
» Claudio Di Scalzo: Fotocit. Sulla fotografia oggi.
» Claudio Di Scalzo: Notturno a Voga
» Claudio Di Scalzo: Coppia transmoderna pitto-fotocopiata ovvero Accio e Sara
» Claudio Di Scalzo: La chiesa di Voga
» CDS/NARDI fotografi: Pontile
» Claudio Di Scalzo: Trinit Domestica per Karoline Knabberchen
» DI Scalzo/Nardi: "Corridoio Misterioso con Elefantino"
» Claudio Di Scalzo: 40 anni dopo. Foto 1976
» Claudio Di Scalzo: Il cancello. Narrative Photo.
» Claudio Di Scalzo: Geometria serale discretamente lunare
» CDS: Impacchettamento agostiniano con mano lamento vano
» CDS: Come di Settembre a Vecchiano - Madonna di Castello
» Claudio Di Scalzo: Noticina per il multiplo della fotina (scalza)
» Claudio Di Scalzo: La messa sfocata a tropo 1
» CDS: Palmizio + Luna Ovo con sfizio in villa mi rinnovo
» Fabio Nardi: Cubismo parigino d'aprile 2015 - 1
» Claudio Di Scalzo: Fotografie stornate stolte zie
» Claudio Di Scalzo: A Maurizio Quadrio
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Sara Esserino modella - 3
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Sara Esserino modella - 2
» Claudio Di Scalzo - Fabio Nardi: S'effonde muta l'Olanda tessuta
» Fabio Nardi: Battito parigino
» Karoline Knabberchen - Fabio Nardi: Mela senza bruco
» Fabio Nardi: biografia e fotografia
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Sara Esserino modella - 1
» Claudio Di Scalzo/Fabio Nardi: Dittico lunare ancora da rivelare
» Claudio Di Scalzo: Con la Coolpix fotografo da Grand Prix 6
» Di Scalzo/Nardi: Cuor marmo - Le Sacr Coeur
» Claudio Di Scalzo/Fabio Nardi: Manfrina surrealista 1 - 2
» Fabio Nardi: Con la Konica fotografia malinconica 1
» Claudio Di Scalzo/Fabio Nardi: Con la Coolpix 2
» Claudio Di Scalzo/Fabio Nardi: Con la Coolpix fotografo da Grand Prix 3
» Claudio Scalzo: Con la Coolpix fotografo da Grand Prix 5
» Claudio Scalzo/Fabio Nardi: Con la Coolpix fotografo da Grand Prix 4
» Claudio Scalzo detto Accio: Con la Coolpix fotografo da Grand Prix 1
» Claudio Di Scalzo: Le cugine di Segantini. Foto Pastor fido
» Claudio Di Scalzo: Scrittore con doppio storto Abele (e Caino) - Nota sulla fotografia
» Claudio Di Scalzo: Piccola rivoluzione specchiata e da camera. Zio Lenino e Man Ray con erbari e fiori.
» Fabio Nardi - Claudio Di Scalzo: Discalzisme Seurat pointillisme di et
» Claudio Di Scalzo: I Gabbiani di E.M.A.
» Claudio Di Scalzo: Samedan, ore 16,30
» Claudio Di Scalzo: Accio centrale termica e Sara Esserino termica viva pelle
» Claudio Di Scalzo: Due arcobaleni. Copiando da Millet
» Claudio Di Scalzo - Fabio Nardi: L'Uomo di Munch a Lucca con virgole con punti.
» Claudio Di Scalzo: Come pratico la fotografia
» Claudio Di scalzo: Mappa per geografia rallentata
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Fotografia per nessuno
» Claudio Di Scalzo: Partendo da una foto di Kertesz