:: Accio e Cardellino: Al Castello Miramare spaiati meglio andare. Marzo 2011 - Gennaio 2020


Sole fortunello fa il vasaio al gran guaio castello Miramare ex bello
per chi in Asburgo si ebbe ad amare perdendo core bang e cervello...
(Accio gennaio 2020 - per Sara Cardellino)





Accio e Cardellino

 AL CASTELLO MIRAMARE DI TRIESTE SPAIATI È MEGLIO ANDARE.
RICORDI NEL CASCINALE CON CHIUSA VERNACOLA.
Marzo 2011/ Gennaio 2020

 

Io e Sara visitammo il Castello Miramare a Trieste, nel marzo 2011. Infischiandocene della leggenda che gli innamorati, coppie di amanti sposi fidanzati, assieme non ci devono entrare, e meglio sarebbe in giorni diversi visitarlo. Questo perché l’infelice Massimiliano d’Asburgo, che lo fece costruire, e lì visse con Carlotta del Belgio per quattro anni, finirà fucilato in Messico, come ricorda il dipinto di Manet sulla tragedia, e la moglie vedova in seguito finì folle e tornata in Belgio chiuse i suoi giorni in altro castello, stavolta nella tenuta di Bouchout vicino a Bruxelles; che immagino avrà pur’esso leggenda infausta.

La leggenda che il castello di Miramare porta guai e morte venne poi rafforzata dal destino del Duca Amedeo d’Aosta, lì residente, che morì prigioniero degli inglesi e dal generale tedesco Friedrich Rainer che lì abitava durante la II GM che venne sparato dai partigiani. Insomma il risultato possono essere per chi si ama o ferite nel corpo o follie varie insanabili.

Nel lontano Marzo 2011 io facevo, al Castello Miramare, pure lo scemo, non è un novità, in foto. Facendomi fotografare alla Sfinge sul piccolo molo d’imbarco. Alla statua misi gli occhiali di Sara. Sempre attrezzatissima con lenti scure. Con me accosto col basco d’ordinanza. A questo punto, lo ricordo, lei mi disse: “Accio hai i baffi grigi mentre i capelli son rimasti scuri e pure le sopracciglia”. E io, maldestro, e certamente fu questa frase a imporre che il 20 novembre 2011, sempre sull’acqua, a Villa Malcontenta sul Brenta, ci separassimo, risposi: “Non ti preoccupare, Sara, avrai tempo per vederli imbiancare”. Risultato, della maledizione di Miramare: 5 anni e 5 mesi separati!!

Dunque testimonio, qui, che la Maledizione esiste.

Chi poi dei due sia impazzito, devo dire, che seppur Sara abbia dato segno di squilibrio sposando Linton, io Heathcliff Accio - mi conceda questo primato - credo di averla superata. Imbarcandomi in folli e disastrose avventure on line con L’Olandese Volante.

Pertanto, tornati a Trieste, nel gennaio di quest’anno 2020, abbiamo visitato da soli il Castello, e in giorni diversi. Ho scattato qui alcune foto come sul Molo Audace. Accostandoci divertite didascalie. Lo feci anche per "Accio e la Sfinge".

Nel cascinale, nelle ore serali, abbiamo riletto quanto scrissi nel 2011 in vari generi e personaggi. Ero molto umorista in certe prove. Non intuivo il destino alle porte novembrine con flutti e aspre brine.

In ogni caso, nel marzo 2020, possiamo affermare, nel vernacolo da cascinale, che… L’AMORE HA SCONFITTO LA MALEDIZIONE ALLA DISTANZA DI MASSIMILIANO E CARLOTTA REGGENDO BOTTA ANCOR NELLA DANZA!”

Sara ride divertita - sono in missione, lotta continua, perché mai sia triste e spersa - nei giorni del terribile Corona Virus, riconoscendomi coerenza nella scemenza del nostro legame semenza:

 


Al Castello di Miramare Sfinge con me si fa immortalare
 (Marzo 2011 - Foto Sara Cardellino)




 

DITTICO A MIRAMARE CHE SFORTUNA EBBE A PORTARE



1

Doppia vista fasulla

sulla marina nel dì bello

anche un po' grulla

a Miramare Castello.

Accio + Sfinge

baffo e marmo stinge

 

2

Al Castello di Miramare

Sfinge con me si fa immortalare.

Con occhiali scuri

Sembriam orfici figuri.

Poi in mare faccio un tuffo

Sara si convince che ciò sia buffo



 


Sara Chan Butterfly a Trieste marzo 2011
(Accio)

 

 

LINK DEL RACCONTO TRIESTINO DI ACCIO E SARA

San Valentino 2020 con 33 Variazioni sul Molo Audace di Trieste

Sara Cardellino visione rivelata dal lampione triestino. Gennaio 2020

Album Triestino per San Valentino e Foibe 2020. A Sara