Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

Stanotte ho sognato

:: CDS: Serate d'un proletario raffinato, 1 - Hegel
24 Maggio 2014

                                   

 

 

Claudio Di Scalzo

SERATE D’UN PROLETARIO RAFFINATO, 1

Tempi di elezioni. Spirito spiritato in varie mode decantato. Ricorro, per difesa, ad Hegel. Alla Fenomenologia dello  spirito.

“…la nostra epoca è un tempo di nascita, e un periodo di transizione. Lo spirito dell’uomo ha rotto con il vecchio ordine delle cose. Lo spirito del tempo, che lentamente e sommessamente matura per assumere la sua nuova forma, disintegra, frammento dopo frammento, la struttura del mondo precedente”.

La “vita dello spirito” - gli faccio dire ancora sotto tormento elettorale via web e sovra italico suolo nel 2014 a maggio - “perviene alla propria verità soltanto quando esso si è del tutto disintegrato”. Il mio Dottor ACCA mi dà a questo punto una pacca, a me proletario filiato da lui marxista, aggiungendo invocazione a traversar le forme della rovina.

“Dal momento che l’Ego puro vede se stesso fuori di se stesso, e in frammenti, tutto ciò che possiede unità e continuità, tutto ciò che porta il nome di legge, bene e giustizia, èa nch’esso, di conseguenza, in frammenti, e va in rovina; ogni identità ed ogni armonia si rompe, poiché domina la divisione e la frammentarietà più totale, ciò che era assolutamente essenziale è assolutamente inessenziale, ciò che possiede l’essere in sé ha il proprio essere fuori di sé; l’Ego puro stesso è totalmente disintegrato”

                                              Se la prassi elettorale web t’assale

                                              Pesca sapienza nella mezzanotte

                                              Dello spirito con sue frotte

                                              La vita liquida è male

                                              Lo suggerisce H che l’ego stagna

                                              Vieppiù se in rovina si lagna


 

                                                        

 

 

A questo punto ho preso ad ascoltare, con al piano Sofronitsky, la sonata n. 1 in F-sharp minor op 11, di chi delle rovine, anche sue cerebrali, se ne intendeva: Robert Schumann. Poi ho suonato il campanello all’Ans Kloster in Ruinen di Novalis: “lì adesso tu giaci e sei caduto / distrutto dalla forza del Tempo”. E sono entrato nell’abbazia di Eldena, in rovina che era stata appena dipinta - mi son macchiato la giacca nell’entrata - da Caspar David Friedrich.

 

 

 

La compagnia romantica mi ha fatto dimenticare, a me proletario di Vecchiano, la tenzone elettorale. E fatto scoprire una qual certa raffinatezza nel fuggire l’idiozia di questi chiassosi tempi, spesso intrisi d’ignoranza e frettolose interpretazioni senza capo né coda.

 

 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» CDS detto Accio: One Shot di Sara Cardellino su Kaspar Hauser.
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Kaspar Hauser ad Aosta
» Claudio Di Scalzo detto Accio: Kaspar Bibò Hauser
» Claudio Di Scalzo: Kaspar Hauser ultimo splendore
» Claudio Di Scalzo: Fichte a Ramennau. Tellus Uno Geofilosofia
» Claudio Di Scalzo detto Accio: TELLUS UNO. Kierkegaard. Geofilosofia con mia zia
» CDS detto Accio: Kaspar Hauser e l'Umano del tatuaggio contromano.
» Claudio Di Scalzo: Heidegger Nero Quaderno Bianco. Rivista Amara Auser
» Disc'Art 1972 - Il Buondì di Fichte per mì - Ma vedi Té (Perfetta Apocalisse)
» Claudio Di Scalzo: Briciole del bosco 1
» Claudio Di Scalzo: Canarina Dorata sull'Attore. II
» Claudio Di Scalzo: Attore per la filosofia. One Shot. Georg Hamann. 1
» Claudio Di Scalzo: Peste filosofica 3
» Claudio Di Scalzo: Peste filosofica 1 - Alla Canarina Dorata
» Claudio Di Scalzo: Charles Lalo e il riso
» Claudio Di Scalzo: Charles Lalo nel riso manga
» Claudio Di Scalzo: Tellus Stelle Hegel e Kierkegaard
» Claudio Di Scalzo: Diario per la zia al mar poco vario. Con Fichte e Schelling
» Claudio Di Scalzo: Economia politica segno (Baudri Pard) 2
» Baudrillard: Economia politica segno1
» Claudio Di Scalzo: Baudri Pard (con foto Mara Zap istriana)
» Claudio Di Scalzo: Magnetico scrivano ermeneutico dal divano
» Claudio Di Scalzo: Invernale Nietzsche Naturale
» Claudio Di Scalzo: Pelo Heidegger, III-IV (sul citazionismo dal filosofo)
» Claudio Di Scalzo: Pelo Heidegger, I-II (sul citazionismo dal filosofo)
» Heidegger: Perché restiamo in provincia? Tellus a colori
» Paul Nizan. Biografia con effrazione parentale - I
» Adorno: Necessità dell'assurdo...
» Claudio Di Scalzo: Fichte a Marinella di Sarzana
» Claudio Di Scalzo: Ci vuole Vico mi dico
» Claudio Di Scalzo: Tex filosofo
» Claudio Di Scalzo: Letteratura minore per L'Olandese Volante
» Claudio Di Scalzo: Letteratura minore e filibusta
» Macine Marcel - Biscotti filosofici del Mulino Nero
» Claudio Di Scalzo: Bataille bucaniere
» Roland Barthes: L'Olandese Volante di Wagner
» Claudio Di Scalzo: Come si invecchia nell'autunno a Venezia se sei Accio Heathcliff. A Sara Esserino.