:: Claudio Di Scalzo: Febbraietto Corto Fumetto. Les Pieds NickelÚs

 

 

 

 Claudio Di Scalzo

FEBBRAIETTO CORTO FUMETTO 

 

LES PIEDS NICKELÉS

(per il presente)

 

5

Tre personaggi che s’intendono tra loro quindi complici in maramalderie di nome Croquignol, Filochard e Ribouldingue, vivono avventure dove rappresentano la loro bassissima esistenza: sono vagabondi privi di scrupoli e d’ogni qualsivoglia morale e, probabilmente, appartengono all’anarchismo se inteso individualistico e teso a ridicolizzare, non prender sul serio, tutta la mitologia della società borghese: dalla legge alla politica.
 



 

I personaggi chiamati in trio LES PIEDS NICKELÉS sono inventati e disegnati dal francese Louis Forton. S’ispirava alla cronaca. L’apparizione del terzetto avvenne sul settimanale parigino L’Epatant il 4 giugno 1908. Ebbero fortuna presso i lettori desiderosi di trasgressioni verso una società oppressiva e ingiusta. L’ultima tavola di Forton porta la firma del 1934. E specialistiche enciclopedie informano che ne aveva disegnate 1949.

I personaggi continuati per un certo periodo da altri non hanno ricevuto la stessa attenzione dai lettori. Ma ovviamente in Rete circolano copertine e tavole che Forton non ha mai disegnato. In Italia non son mai apparsi con continuità salvo una decina di tavole in un manuale sui primi eroi di carta. 

 


Avendo confidenza con la prima storia novecentesca del fumetto ho dedicato a Les Pieds Nikelés una tavola ricordo. Per la serie FEBBRAIETTO CORTO FUMETTO. Ma non è nostalgia. Sono convinto che personaggi anarchicamente stravaganti uniti a testi selvatici possano oggi avere possibilità di sviluppo in una sorta di racconto disegnato transmoderno. Accorpando anche vari generi. Inoltre i tre perdigiorno s’esprimono nelle tavole di Forton in “argot de barrière”, sorta di dialetto vernacolo irridente e caustico, e ancor più, oggi, nel 2016, vedrei con favore opere disegnate e scritte che contrastano l’ideologia dominante con linguaggi astrusi, sgrammaticati, dialettali e vernacoli. Proverbiali e meticci.