Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

Traduzioni scalze

:: Rodenbach: Viaggio negli occhi
14 Marzo 2014

 

CDS: "Rodenbach" - Tellus a Colori, 13.3.2014

 

 

 

Georges Rodenbach

                                  HO GUARDATO NEI MIEI OCCHI COME CHI RACCOGLIE TESORI

 

             Ho guardato nei miei occhi come chi raccoglie tesori;

             L'oro delle messi; l'oro delle capigliature; un paesaggio

             Di cui la mia anima fu la sola a conoscerne la dolcezza;

             Un tramonto il cui rosa rinasce a mio piacere;

             Poi dei cigni che nuotano al chiaro di luna.

             Dei cigni le cui ali hanno la forma dell'arpa,

             Arpe del Lohengrin dalle musiche d'argento.

 

                                    Ho visto nei miei occhi delle fasce bluastre,

                             Vapori di stagni, nebbie che la pioggia ha tessuto

                             E da cui salgono, dalle città lontane, delle torri

                             Che una ghirlanda in ferro di angelus lega fra loro...

                       E io cammino portando nei miei occhi questi campanili

                       Visti una sera in viaggio quando finiva il crepuscolo.

                       Io ancora vi scorgo dei cieli, degli alberi e dell'acqua;

                       Delle donne che la dimenticanza spinge in fondo all'occhio,

                       Tristi tutte come dei gigli in un chiostro;

                       Poi delle nozze in bianco, dei battesimi, la stoffa screziata,

                       Sotto la brezza di un vecchio canale orizzontale...

                       Ora, questi riflessi negli occhi sono tutti i miei ricordi;

                       Un ricordo più fisico che della mente:

                       Riverberi d'infanzia e di viaggi,

                       Disegni figurati di ore che se ne vanno,

                       Sopravvivenze visuali tutte che fanno

                       Dei miei occhi come un grande reliquario d'immagini!

                       Gli occhi delle donne sono dei Mediterranei

                       Fatti dell'azzurro e della schiuma degli anni

                       In cui lo spirito si avventura nella sua giovane stagione.

                       Quali mari ci sono laggiù, dietro l'orizzonte,

                       Che si infrangono intorno a quelle isole gemelle?

                       In quale golfo arrestarsi nel fondo blu delle pupille?

 

                                     L'infinito vi si ritira in un ondeggiamento che culla;

                                     E lo spirito parte, alla deriva, in preda ai venti ribelli,

                                     Estasiandosi tra gli occhi delle donne belle.

                                     Ma talvolta l'uragano sconvolge la loro dolcezza

                                     E lo spirito va  a toccare gli scogli dei tradimenti;

                                     Si scontra con le banchiglie della freddezza;

                                     Climi gelati, ghiacci, nebbie, regioni grigie;

 

CDS: "Bruges rode Rodenbach" - Tellus a colori - 13.3.2014

 

                                        O naviga all'improvviso sotto un rosso equatore:

                                                  Fiamme d'orgoglio, coralli sanguigni della lussuria,

                                                  Fuochi convergenti di fiumi caldi che non si vedono.

                                                  Quante insidie nascondeva quella trappola che si tinge d'azzurro!

 

                                        Lo spirito è distrutto da combattimenti silenziosi

                                        E presto si mutila abbandonando le proprie vele,

                                        Vuotando le reti nere della sua pesca di stelle,

                                        Sacrificando i suoi alberi per salvare un poco

                                        Gettando il carico, l'oro, tutto, nell'abisso blu!

 

                                                       Infine, una sera quand'è la fine della sua giovinezza,

                                                       Lo spirito si ormeggia; esso si è formato e smette

                                                       Di navigare tra i begli occhi spaziosi...


                                                       Ah! Quest'illusione di andare viaggiando negli occhi!

 

Traduzione Claudio Di Scalzo

 

 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» Arthur Rimbaud dalla Nada Pardini: Saldi
» POE: The Raven - Traduzione Margherita Stein
» Claudio Di Scalzo: Tre foto per Nada e Lalo, I
» Apollinaire: Cors de chasse. Traduzione Margherita Stein
» Jules Laforgue: Curiosità a capocchio. Traduzione cds
» Petrus Borel. Francese Festival poetico 1 - A cura CDS
» Max Jacob: Petit Poème. Traduzione di CDS
» Laforgue: Clair de lune. Traduzione di CDS
» CDS: Tradurre alla mia latitudine. Con tre foto di Margherita Stein
» René Char: Perché una foresta. Traduzione CDS
» Arthur Rimbaud: Democrazia porcheria
» Rimbaud si sbottona. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Pinaghi
» Claudio Di Scalzo - Margherita Stein: Al buio pellicola e pelle
» Margherita Stein e Sara nel lutto. Sulla traduzione. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo/Margherita Stein: Bretagna di Vlaminck e Corbière
» Bataille: L'ano solare. Traduzione Di Scalzo/Margherita Stein
» Tellus Transmoderno - M'illumino d'incenso
» Soupault: Avant dire. Traduzione CDS
» Tristan Tzara: Anecdote. Traduzione CDS
» Paul Verlaine Transmoderno. Traduzione Claudio Di Scalzo
» Prevért - Carné: Les infants qui s'aiment. A cura Claudio Di Scalzo
» Jarry per Paolo Fatticcioni. A cura Margherita Stein/Claudio Di Scalzo
» Alfred Jarry: Bruit Souterrain
» Samuel Beckett: Dieppe Glocale. Traduzione Accio/Wilcok
» L'Usignolo di Max Ernst. Traduzione Claudio Di Scalzo
» Apollinaire: Nuit pisane. A Sara. Traduzione Claudio Di Scalzo
» René Char: dai Fogli d'Ipnos. Traduzione e disegno CDS
» Auguste Brizeux: L'église Byzantine. Traduzione CDS
» César Vallejo: dal quaderno 1934
» Tristan Corbière: Le naufrageur. Traduzione Di Scalzo/Stein
» Catherine Pozzi: Je viens. Traduzione CDS
» Georges Fourest. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Finnegansiana 1
» Suo di tardo traducendo: Maeterlink. A cura di Claudio Di Scalzo
» Roland Barthes. L'alluce di Bataille. A cura di Margherita Stein
» Robinson Jeffers: The Inhumanist - VI. Traduzione Margherita Stein
» Facteur Cheval, Postino cavallo. A cura CDS/Margherita Stein
» Claudio Di Scalzo - Margherita Stein: Il volto di Trakl
» Arthur Rimbaud: cattivo sangue manga
» Louis Veuillot: Corvo protestante a Roma. A cura di Claudio Di Scalzo