Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

MUSICA A PROGRAMMA

:: Jules Laforgue: Certo questo è un gran secolo. Accio traduttore a casaccio e illustratore della Misteriosa Dama sa(R)a 2009 e Margherita Stein 1978
17 Giugno 2021


Misteriosa Dama R nel pianeta ex fiorito cantato da Laforgue - Foto Accio giugno 2009



 

Jules Laforgue

CERTO QUESTO È UN GRAN SECOLO.

ACCIO TRADUTTORE A CASACCIO E ILLUSTRATORE DELLA MISTERIOSA DAMA SA(R)A




Margherita Stein, 1978, Foto Accio.
 Fumo esili sigarette, omaggio a Jules Laforgue
alla poesia “A sole de Lune”, Assolo di luna

“Je fume, etalé face au ciel

sull'Olandese Volante

Otto Marzo Scotto Sfarzo. Accio e Margherita a Chatsworth House

 

Traduco Jules Laforgue dai tempi dei venti anni perfezionandomi in seguito sotto guida della fidanzata Margherita Stein (Monaco poi Lucca 1959). Sull’Olandese Volante e sull’annuario Tellus alcune sue traduzioni e con me collaborazioni creative. Curioso che lei di formazione tedesca sia diventata il viatico per viaggi in Gran Bretagna Irlanda. Mentre l’Europa continentale come Fabio Nardi sia stata mèta visitata assieme alla svizzera Karoline Knabberchen (1959-1984)

Laforgue con la Misteriosa Dama R, che sta per Sara, diventano personaggi a partire dal 2009. Con traduzioni testi illustrazioni foto decostruzioni.

Mi son definito estensore di un “Manualetto del traduttor imperfetto” e oggi, giugno 2021, “Accio traduttore a casaccio”.

Tradussi-tràduo soprattutto dal francese fino a porre testi nel vernacolo nelle lingue inventate.

Come mi insegnò Margherita Stein a) Per tradurre non basta conoscere la lingua originale ma pure, tanto, la lingua italiana b) La retorica e la stilistica intesa come Tradizione con le varie figure; c) Avere fantasia non immaginazione.

Quanto vedo in giro rivela una sconfortante mancanza di conoscenza pure nella grammatica italiana di base; Ignoranza delle figure retoriche nella loro tradizione a trattazione metti da Dante in poi; sprazzi d’immaginazione ma fantasia zero. Risultato? A volte mi verrebbe da urlare: Arridateci l’Accademia Universitaria!!

Ma non è questo per me un problema. Di cosa circola tradotto in rete e a stampa non ho tempo per seguirlo.

Mai inteso interpretare una lingua letteraria straniera e relativa cultura nei secoli; mai cercato di appartenere alla gerarchia dei Traduttori Certificati Garantiti, TRE.CE.GA.; mai affidata una mia traduzione a stampa in qualche rivista, e quand’ero in Feltrinelli c’era la fila; né mai in Rete pur avendo avuto richieste da siti e blog dirigendo, ad inizio web, portali, e allora, venti anni fa, non spadroneggiavano i social i grandi quotidiani on line. Ideai, infatti per puro divertimento avventura: Valchiavenna on Line VAOL 2000-2005; Tellusfolio giornale telematico glocale con rivista annuario su carta Tellus (2005-2010); l’Olandese Volante (2011-9 gennaio 2017 poi diventato Antologia dopo il naufragio.

Gioco, soltanto e mi garba tanto, con Sara a far coppia simbolista con Laforgue e Misteriosa Dama R, una volta ogni tanto, se mi cerca Margherita Stein rinverdiamo complicità, e traduco per i miei morti come Il Pazzo, Fatticcioni Paolo (1949-2005) e per mio padre Libertario detto Lalo (1923-1997)


 


Accio, 2009
Laforgue recita alla Misteriosa Dama R incappucciata la poesia
Certes, ce siècle est grand!

 

 

Jules Laforgue 
SECOLO GRANDE PER CERTO... CON MISTERIOSA DAMA R

 

                     Siuramente esto gliè nu’ gran seolo! Se ricordiamo la bestia

                     homo dell’età preistorica, restiamo sovente sbalorditi

                     a scoprire come à modellato il povero pianeta

                     dopotutto, domando le Leggi una a una.

 

                     Il telescopio al largo sfracuglia nebulose,

                     il microscopio l’infinitamente piccino snida,

                     sotto i mari pescosi corre un filo nervoso,

                     due continenti accosta nel lampo dello spirito;

 

                     popolazioni ridotte a demoni viventi nel seno

                     terrestre estraggono graniti carbone metalli;

                     dalle città legnose sale al cielo tuono

                     d’ansanti fornaci di fischi di martellate;

 

                     areostati fantasticano nel blu solitario,

                     motori danno impulso a officine infernali,

                     treni a vapore divorano chilometri sbuffando,

                     mentre si scavano gallerie nelle montagne sotto al mare:

 

                     possediamo profumi stoffe acquavite,

                     dinamici fucili obici panciuti,

                     libri, arte, gas, fotografia,

                     siamo liberi e fieri; viviamo meglio più a lungo;

                     nonostante ciò l’Homo mai ha tanto pianto. La Terra

                     mòre a sapessi sola così nell’infinito,

                     senza Padre, scoprendo che tutto è falso e vano

                     sa pronunciare solamente lammasabactani.

 

                     Ahi! L’homo à un solo giorno: cosa gli serve la scienza,

                     la salute, il benessere e le arti superflue

                     se alla speranza viene negato l’Aldilà supremo?

                     Che scopo avrà sua esistenza se lui non crede più?

 

                     Oh sì sì Cristo-mio, era meglio vivere schiavitù,

                     terrori lebbra morire via dalle lenzuola

                     sotto cielo cupo nell’eterno Medioevo

                     con la convinzione, almeno, di non essere soli.

 

                     La vita è proprio na’ cosuccia! Son sacri suoi dolori

                     quando ci si convince dopo questo cattivo giorno

                     d’entrare nella dolcezza enorme dove assetate

                     si scioglieranno le anime per tristezza per amore.

 

Jules Laforgue

CERTES, CE SIÈCLE EST GRAND

dai "Premiers poèmes"
 

Certes, ce siècle est grand ! quand on songe à la bête
De l’âge du silex, cela confond parfois
De voir ce qu’elle a fait de sa pauvre planète,
Malgré tout, en domptant une à une les Lois.

 

Le télescope au loin fouille les Nébuleuses,
Le microscope atteint l’infiniment petit,
Un fil nerveux qui court sous les mers populeuses
Unit deux continents dans l’éclair de l’esprit;

 

Des peuples de démons qui vivent dans la terre,
En extraient les granits, la houille, les métaux,
Et des cités de bois monte au ciel un tonnerre
De fourneaux haletants, de sifflets, de marteaux;

 

Les ballons vont rêver aux solitudes bleues,
Un moteur met en branle une usine d’enfer,
Les trains et les vapeurs soufflent mangeant les lieues,
On perce des tunnels dans les monts, sous la mer;

 

Nous avons les parfums, les tissus, l’eau-de-vie,
Les fusils compliqués, les obusiers ventrus,
Les livres, l’art, le gaz, et la photographie,
Nous sommes libres, fiers; nous vivons mieux et plus;

 

Jamais l’Homme pourtant n’a tant pleuré. La Terre
Meurt de se savoir seule ainsi dans l’Infini,
Et trouvant tout menteur depuis qu’elle est sans Père
Ne sait plus que ce mot : lamasabacktani.

 

Ah! l’homme n’a qu’un jour; que lui font la science,
La santé, le bien-être, et les arts superflus,
Si l’au-delà suprême est clos à l’espérance ?
Et quel but à sa vie alors qu’on ne croit plus ?

 

Oh n’est-ce pas mon Christ, mieux valait l’esclavage,
Les terreurs et la lèpre et la mort sans linceul,
Et sous un ciel de plomb l’éternel Moyen-Age,
Avec la certitude au moins qu’on n’est pas seul!

 

Ah! la vie est bien peul ses douleurs sont sacrées
Quand on est SUR d’entrer après ce mauvais jour
Dans la grande douceur où, toujours altérées,
Les âmes se fondront de tristesse et d’amour!

 

 

 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» Margherita Stein: Respiramento.
» Margherita Stein traduce Rilke: "Scavo verso te nella notte fonda..." (2003)
» Margherita Stein: Tradurre come bruire a non finire. 1979. Ombelico pitturato seno evidenziato. Poesia e fotografia ritrovata da Sara Cardellino settembre 2021
» Accio e Cardellino: Velata fotografata in giornata in nottata. Maggio 2017 - Stein Maggio 1980
» Margherita Stein: Ricorda Achab e Stirner. Biglietto con video per Claudio Di Scalzo e L'Olandese Volante. Biografia della Stein
» POE: The Raven - Traduzione Margherita Stein
» Claudio Di Scalzo: Sorgiva. A Margherita Stein
» Margherita Stein: Romanzaccio. Da Roman di Rimbaud
» Stein - Di Scalzo: Prendo la mira per te per la tua reflex
» Claudio Di Scalzo: In linea la Moldava di Kupka. A Margherita Stein
» CDS: La casa scomparsa di Monaco. A Margherita Stein. I
» Apollinaire: Les cloches. Traduzione Margherita Stein
» Apollinaire: Cors de chasse. Traduzione Margherita Stein
» Jules Laforgue: Curiosità a capocchio. Traduzione cds
» Laforgue: Clair de lune. Traduzione di CDS
» Claudio Di Scalzo - Margherita Stein: Otto Marzo Scotto Sfarzo. In cerca della vestale velata di Raffaele Monti a Chatsworth House
» CDS: Imparando da Sherlock Holmes 2. Bigliettino alla Stein
» CDS: Imparando da Sherlock Holmes 1 - Lettera alla Stein
» CDS: Tradurre alla mia latitudine. Con tre foto di Margherita Stein
» Amica Voce Rivoluzione: Serata con Dio e con il Bolscevismo. A cura di Margherita Stein
» Jonathan Swift: Pensieri. Traduzione Margherita Stein
» Christina Rossetti: A pause. Traduzione M. Stein
» Margherita Stein: Fotografie mentali
» Claudio Di Scalzo - Margherita Stein: Al buio pellicola e pelle
» Margherita Stein e Sara nel lutto. Sulla traduzione. A cura di Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo/Margherita Stein: Bretagna di Vlaminck e Corbière
» Bataille: L'ano solare. Traduzione Di Scalzo/Margherita Stein
» Arte e Dintorni: Beckmann. Traduzione Margherita Stein
» Byron: Il prigioniero di Chillon. Traduzione Margherita Stein
» Franz Marc: Tre aforismi sartie. Traduzione Margherita Stein
» Franz Marc: Scelta di aforismi. Traduzione Margherita Stein
» Gerard De Nerval: Artémis. Traduzione Margherita Stein
» Shelley: The waining moon. Traduzione Margherita Stein
» Schumann in Italia, 2 - A cura CDS/Margherita Stein
» Schumann in Italia, 1 - A cura CDS/Margherita Stein
» Tristan Corbière: Le naufrageur. Traduzione Di Scalzo/Stein
» Suo di tardo traducendo: Maeterlink. A cura di Claudio Di Scalzo
» Roland Barthes. L'alluce di Bataille. A cura di Margherita Stein
» Robinson Jeffers: The Inhumanist - VI. Traduzione Margherita Stein
» JORGE GUILLÉN: LOS JARDINES
» La camera di Christina Rossetti. Traduzione di Margherita Stein
» Stig Dagerman: Consolazione, nostra necessità. Traduzione Margherita Stein
» Jonathan Swift: Meditazione sopra un manico di scopa. Traduzione M. Stein
» Facteur Cheval, Postino cavallo. A cura CDS/Margherita Stein
» Claudio Di Scalzo - Margherita Stein: Il volto di Trakl
» Louis Veuillot: Corvo protestante a Roma. A cura di Claudio Di Scalzo
» Hesse: Tre canzoni di viaggio. Ravenna. Traduzioni M. Stein
» Sguardo poetico sul Campo dei Miracoli di Pisa: Melville, Carducci, Govoni. A Cura Di Scalzo/Stein
» Les Schizos célèbres et influences en photo. A cura di Claudio Di Scalzo


Immagini Correlate IMMAGINI CORRELATE