Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

ATELIER HÉBUTERNE MODÌ

:: Luigia Zamorano: Quando Mozart mi suggerì il suicidio dallo stesso mi salvò. Ovidio Werther Esploratore.
24 Marzo 2021


Luigia Zamorano ascolta ascolta l'Andantino di Mozart, 20 III 2021




Luigia Zamorano
 
QUANDO MOZART MI SUGGERÌ IL SUICIDIO DALLO STESSO MI SALVÒ.
OVIDIO WERTHER ESPLORATORE.





RICHTER - Concerto n. 9 K 271 di Mozart per pianoforte e orchestra. 






Luigia Zamorano pensa al suicidio - foto cds, dicembre 2011.



 

Né con te posso stare né senza di te” - Ovidio

Tra i ghiacci dell’Antartide nella Terra di Ross ascoltavo continuamente il Concerto n. 9 K 271 di Mozart per pianoforte e orchestra.

L’Andantino mi faceva pensare al suicidio alle parole di Ovidio.

“Né con te posso stare né senza di te”. Fu Einstein che collegò l’Andantino, secondo movimento, al Werther di Goethe. Incarnazione delle parole di Ovidio nel parossismo romantico.

Tono di purissima alta intima confessione (donatemi rosa rossa di plastica dove mi sperdo) punteggiata palpito dolente discreto (linfa coagulo donna plasticata giocattolo sverginato) degli accompagnamenti.

Si scioglieva il petto si scioglievano ghiacciai quale migliore attimo per spegnermi? 

Lacrimando uscivo dal gorgo aggrappandomi alla puntina del giradischi sopra il primo movimento. A ritroso dal secondo.

La squisita vivace eleganza del suono: flessuosità degli intrecci:  mi riportava al desiderio di respirare. Bastava ascoltassi l’insolito scambio di battute fra orchestra e solista nell’introduzione prima dell’Allegro. Tutto ricchezza di proposte in sviluppo. Condotto con agilità. Il corpo tornava a suggerirmi desideri d’abbraccio. A te Esploratore di ieri neri pensieri. Tenevi la mia perduta verginità sulla slitta per raggiungermi? Ne intendevi finalmente il valore?!

 


"Esploratore di ieri neri pensieri" - cds, Marzo 2018


 

L’Andantino wertheriano potevo accantonarlo cavandomela col solo pianto. Poi mi consegnavo al Rondò finale dove il Minuetto modellava grazia brillante al mio roteare sotto zero.

Se Mozart creava un capolavoro facendosi bastare pianoforte archi due oboi due corni pure nella nostra separazione perché potesse dirsi opera unica nel suo genere con esiti non tragici estremi: mio suicidio tua disperazione mortale, poteva bastare la ricerca inesausta di me racchiusa nel gelo che t'aspettava ti fuggiva t'aspettava. “Solo con te posso stare oltre il gelo perenne”


 


Diavolangelo 1986 - Luigia ascolta l'Andantino di Mozart, 20 III 2021



 

 

NOTA

L’avventura di Luigia Zamorano ed Esploratore, in questo capitolo che segue (clikka) “La mia fuga per te esploratore" rivela come, con la presenza di Sara i vari albi e personaggi si formano. Questo testo in particolare perché risalta subito il suo contributo di musicista oltre che in fotografia.

Anche l'andirivieni stilistico nel tempo che opero. Il ritratto di Luigia Zamorano disegnato a china acquarello è del 20 marzo 2021. La fotografia del pensato suicidio è del dicembre 2011. L’Esploratore “neri pensieri” è del marzo 2018. Il ritratto di Luigia incollato sopra una carta incorniciata del 1985 “Diavolangiolo” è il ritratto che accosasto al volto della protagonista ripropone Morte Male Peccato Grazia Salvezza.

Se avessi stampato libro esposto in galleria affidato a museo condotto i personaggi in cerchia intellettuale su altri siti pubblicato venduto come merce quanto ideato... questo capitolo su "Luigia Zamorano e il suicidio" non sarebbe possibile.   

Il tutto, nel cascinale, da quando Sara è tornata il 9 aprile 2017 Domenica delle Palme (Sono in pericolo Sara. Ho bisogno di te), dopo il naufragio dell’Olandese Volante il 9 gennaio precedente, si ricompone, lentamente, in maniera inarrestabile, da sé quasi, e l’Opera si forma come il Destino o la Divinità protettrice ha voluto e deciso accadesse. Ciò durerà fino alla mia morte. Poi se lo vorrà il Cardellino potrà tutto inabissare quanto la riguarda oppure proseguirlo. 


 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI

» Luigia Zamorano: Esploratore ascolta la Sesta di Mahler rammentami nell’Andante Moderato.
» Luigia Zamorano: La mia fuga per te Esploratore.
» Claudio Di Scalzo: D'Antartide Monti Spine Sconti. Luigia Zamorano Marzo 2021
» Claudio Di Scalzo: In treno lo stesso ti piaccio (pensa Luigia Zamorano)
» Claudio Di Scalzo: Novembre nella Terra di Ross stringe Luigia Zamorano
» Claudio Di Scalzo: Lisciante Vapore Dominante Signore con Luigia Zamorano
» Luigia Zamorano dice: Esploratore t'aspetto nel dolore di petto. Cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: "Celeste e nero vapor leggero" - "Antartide di Luigia Zamorano"
» Claudio Di Scalzo: Lettera con nome nel ghiaccio (Luigia Zamorano)
» Claudio Di Scalzo: Nel freezer interpretativo (L'Antartide di Luigia Zamorano)
» Claudio Di Scalzo: "Tre frecce per Luigia Zamorano"
» Luigia Zamorano: Vapore Ore Veglia. Cura Claudio Di Scalzo
» Luigia Zamorano dice: Sono teneramente esposta. Cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Luigia Zamorano e la mano ferita
» Claudio Di Scalzo: Lingua ghiaccio Luigia Zamorano.
» Claudio Di Scalzo: Zamorano e la chiave del dolore
» Claudio Di Scalzo: Luigia Zamorano Ross
» Claudio Di Scalzo: Versi davanti alla tana di Luigia Zamorano
» Claudio Di Scalzo: Lettera a Luigia Zamorano con Apocalittico Mahler
» Claudio Di Scalzo: Attesa di fiato sul mare ancora iato di Luigia Zamorano.
» Claudio Di Scalzo: Nel bianco assoluto. Francobollo per Luigia
» Claudio Di Scalzo: Luigia Zamorano Antartidea
» Claudio Di Scalzo: Cerco Luigia Zamorano
» Claudio Di Scalzo: Brahms zigomo di fede Zamorano
» Claudio Di Scalzo: Artaud nella terra di Maud. A Luigia Zamorano
» CDS: Cathy Barberian canta Michelle per Luigia Zamorano
» Sir Thomas Beecham e la sinfonia 97 di Haydn per Luigia Zamorano
» Claudio Di Scalzo: Percussioni per le foche di Luigia Zamorano
» Claudio Di Scalzo: Preludio per occhio solo. A Luigia Zamorano.
» Claudio Di Scalzo: Brian Jones per serata annerita. Poi fogli e carte per Luigia Zamorano
» Claudio Di Scalzo: Bach + Scherchen x Luigia Zamorano
» Claudio Di Scalzo: Geza Anda e il silenzio di Luigia Zamorano
» Claudio Di Scalzo: A gennaio Luigia Zamorano dice
» Claudio Di Scalzo: Il Natale antartico di Luigia Zamorano.
» Claudio Di Scalzo: La giornata spaccaghiacci di Luigia Zamorano
» Kent Rockwell - Dizionario casuale dei pittori dimenticati - Cura cds
» Claudio Di Scalzo: "Fine Ottobre" - Da "Il Polo Sud di Luigia Zamorano"
» Claudio Di Scalzo: Cicatrice di Luigia Zamorano.
» Luigia Zamorano: Prima che il mese finisca, Before the month is over... cura Claudio Di Scalzo
» Claudio Di Scalzo: Il Bracciale di Kierkegaard sotto la neve. Da "L'Antartide di Luigia Zamorano"
» Claudio Di scalzo: Nell'ombra che cala dala Massiccio Vinsor. Da "L'Antartide di Luigia Zamorano"
» Claudio Di Scalzo: Lametta e linea della vita. Da "L'Antartide di Luigia Zamorano"
» Luigia Zamorano: a Marina di Vecchiano luglio nero giallo zafferano
» Luigia Zamorano: Ho fatto un viaggio a vuoto. Cura Claudio Di Scalzo