Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

CARDELLINO E ACCIO

:: Accio e Cardellino: 9 gennaio 2017. Romanzo Western del Nulla. Premonizioni che Jesse Accio James ignorò e così Robert Ford poté sparargli a tradimento nella testa riscuotendo la taglia che la Legge Poetica di Pinkerton e Baffetti di Rame imponeva
09 Gennaio 2020

 
Jesse Accio James e Zerelda Zee Cardellino al Campo delal Barra Vecchiano Contea di Clay Missouri

 


Legna tagliata e Western 9 gennaio 2017 con Il Pazzo e Accio e il Branco Selvaggio


 

Accio e Cardellino

9 GENNAIO 2017. ROMANZO WESTERN DEL NULLA.
BALLATA ANARCHICA NEI SEGNI.

PREMONIZIONI CHE JESSE ACCIO JAMES IGNORÒ

E COSÌ ROBERT FORD POTÉ SPARARGLI

A TRADIMENTO NELLA TESTA

MENTRE RADDRIZZAVA IL QUADRO

CON IL DIPINTO DELL’OLANDESE VOLANTE.

RISCUOTENDO LA TAGLIA CHE LA LEGGE POETICA

DI PINKERTON E BAFFETTI DI RAME IMPONEVA.

 

SCENA: Campo alla Barra di Vecchiano Contea di Clay-Missouri. Salotto della casa dei due sposi. Con Jesse Accio James, in incognito, salvatosi dalla pistolettata del codardo Robert Ford, e adesso contadino - avendo smesso ogni avventura di banditismo nei segni - che conversa con l’amata Zerelda Zee Cardellino sul giorno infausto del 9 gennaio 2017. E Cardellino punge con verità scomode il bandito cattivo in tutta bontà e formidabile ingenuo.

 


ZZC
 

 

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Possibile che tu, Jesse Accio James, bandito nei segni anarchici scaltro, non avessi intuito da qualche atteggiamento o parola di Robert Ford che ti stava tradendo con gli sceriffi della Pinkerton Legge Poetica e con Baffetti di Rame? Possibile ti facessi prendere in giro in questo modo facendo la figura dello scemo?

JESSE ACCIO JAMES: Intanto, Cardellino, ogni Bandito dei Segni, che si rispetti, e io lo sono stato, è veloce con le pistole ardito nei colpi alle banche dell’immaginario custodito dai capitalisti e dai loro servi come Pinkerton come Baffetti di Rame, perché ha un alto tasso di scemenza, anche utopistica, sciagurata, spesso crudele in tutta innocenza. Che rima con scemenza. Sennò sarei stato nelle carriere letterarie tradizionali pure in quelle che fan finta di voler cambiare il sistema del profitto estetico e poi vi collaborano. È la storia, frequente, di molto banditismo. Ma non per quelli come me come Billy The Kid o come dannati pistoleri alla Wild Bill Hickok. Che son miei fratelli nella pistolettata ricevuta a tradimento. Però presentimenti l’ho avuti. Cominciai ad annusare Robert Ford nel secondo semestre del 2016 "torbo". Come si dice, nel Vernaholo gergale, a Vecchiano-Missouri. Cioè torbido. Ma non intesi quanto occultava asserendo di aspirare all’anarchia libertaria senza gerarchia a imporre leggi.

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Raccontala giusta, Accio James, la consideravi adatta alla guerriglia, ti garbava scrivesse sulle tue imprese e quelle della Banda. Non ravvisasti che l'enfatismo può condurre alla simulazione.

JESSE ACCIO JAMES: Hai ragione Zerelda. La sua dedizione ai luoghi della mia adolescenza, dove conobbi ben presto il tragico e la violenza, sull’argine del Serchio-Missouri al Campo della Barra dove morì mio padre sotto ad un ulivo, e qui accettai di farmi fotografare - mai avrei dovuto consentirlo essendosi poi rivelato espediente mercantile di turismo estetico per collezione e volto per i cacciatori di taglie - in dagherrotipo; però mi garbava l'entusiasmo condito da crisi di nervi di Robert perché pensai possibile, per la prima volta, come nelle serie TV Netflix, come nei film, come nei fumetti, che l’avventura potesse avere altri sceneggiatori. Era il mio vaticinato Comunismo eretico da bandito. Mi sbagliavo. Di grosso. Avrei dovuto tener di conto di certe sue parole per evitare la pallottola il 9 gennaio 2017 nella testa. Ma, sappi che la ritengo benedetta, perché al di là del dolore, tu sei tornata a salvarmi e ora vivo da ex bandito come contadino felice: come mai avrei potuto pensare di meritare. Mi hai salvato con un’Ave Maria e per l'Ex chierichetto del pastore Don Gino è regalo immenso ricevuto dalla mia anima che si salverà davanti al Cristo come il Ladrone nel passo del Vangelo di Luca. Clikka (Karoline Knabberchen Fabio Nardi Don Gino Giovanni Boine) (Quando salvai Jesse Accio James dalla morte con l'Ave Maria di Schubert il 9 gennaio 2017 di Robert Ford)

ZERELDA ZEE CARDELLINO: L’immagine di Accio James Ladrone in Croce è dolorosamente adatta... ma come l’hai rivelata in te?

JESSE ACCIO JAMES : Sta alla base del mio Vangelo, fin da piccino, il pastore Don Gino intuendo la mia natura futura mi diceva che Cristo perdona anche gli assassini se si riconoscono nel male compiuto ambendo alla Grazia al Paradiso a stare con lui Cristo sulla Croce. Io ho fatto del Male ma aspiro al Bene. Quando questa mia vocazione la dissi a Robert Ford mi disse che “non tutto può essere perdonato, per certe tue azioni non sarai perdonato”. Mi vennero i brividi. Risposi che confidavo di sì! E questo fu mucchietto di parole cenere ove intuii che in lei accosto a sentimenti di affetto c'era malvagità inespressa. Oggi posso dirti che la sua interpretazione vale per il tradimento verso me. Per l'azione compiuta. Potrebbe esser lei a non salvarsi anche se si gingilla con teorie mitologiche pagane greche orientali apprese nel circolo Pinkerton ontologico dallo sceriffo detto Baffetti di Rame perché sul libro paga dei capitalisti dell’estrazione ne giustifica l’estetica sulla rivista della multinazionale.
Tipetto vanitoso con ghette da borioso nelle sciarpette declamando d'esser coso americano-svizzero-italiano sapendo parlare ben 7 lingue strette e dove in esse non c’è pistola veloce come la sua. Un Ammazasette.
Ecco, Zerelda Zee, se mi chiedi dei segni premonitori del tradimento, uno riguarda questo ramato pistolero agghindato che si ritien solo lui poeta vero; infatti, Robert Ford mi scrisse che leggendone le poesie ci aveva picchiato una “musata”. Di stupore per la valenza altissima della scrittura. Scorrendo quei versi ammaccanti Ford mi si rivelarono misticheggianti al cubo in coltissimo alfabeto del tubo. “Se ci picchi la musata è segno che stai inginocchiata”, dissi a Robert Ford, “non è espressione da bandito indipendente la tua. Non è adatta a chi mi sta accanto”. Però la ritenni profferita per generosità per modestia. Avrei dovuto prestarci più attenzione Zerelda Cardellino nevvero?


 


JAJ sparato alla testa a tradimento da Robert Ford il 9 gennaio 2017
sotto la pioggia finale



 

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Più di questo di quale altro indizio necessitavi per capire cosa accadeva alle tue spalle? Pertanto, Accio James, sul 9 gennaio 2017 ho una sintetica definizione; però non vorrei sembrarti lapidaria oltremisura...

JESSE ACCIO JAMES: Sintetizza Zerelda, e facciamola finita, che questo episodio ormai sopravvive soltanto perché sta nel ROMANZO WESTERN DEL NULLA BALLATA ANARCHICA DEI SEGNI; infatti dalla Domenica delle Palme 2017 col tuo ritorno la pistolettata del traditore più non conta per me niente!

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Durante la nostra separazione durata 5 anni e 5 mesi, senza più la mia protezione: Tu Jesse Accio James... sei stato usato e ripudiato. E l’atto del traditore Robert Ford è soltanto una squallida vicenda d’ambizione letteraria e di corna. Atroce beffa!

Che appunto necessitava d’essere svolta nell'Ombra. Fino alla pistolettata a tradimento mentre raddrizzi il quadro del veliero L’Olandese Volante che custodiva il banditismo segnico. Fine. Amen.

 


ZZC


 

JESSE ACCIO JAMES: Lapide proverbiale sulla trista vicenda. Lo conferma pure la brevissima lettera che Robert Ford mi scrisse un mese prima del 9 gennaio 2017.

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Questo aspetto non lo conosco!... che lettera??...

JESSE ACCIO JAMES: Robert Ford... che da molto tempo non partecipava alle azioni banditesche con me... perché aveva dolori alle gambe che gli impedivano di muoversi mi aveva scritto che a Roma aveva conosciuto gente in poesia che l’avevano impressionata. “Pensavo di sapere tutto ed invece mi sono scoperta ignorante. Ho provato vergogna davanti alla loro cultura. Scriveranno qualcosa su di me

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Caspita, Accio James e tu non hai mangiato la foglia del tradimento in corso!?! Sei proprio scemo col paraocchi. Non si fa viva al capanno della banda per due anni, si racconta malata nei muscoli con febbri altissime (Tu Accio James le dedichi centinaia di versi immagini invenzioni per darle conforto aiutarla nel dolore fitto. Non è che abbia apprezzato la medicina, mi sembra, neh! Gratitudine parola ignota. Ma tu sei un bandito non un uomo di legge teorica, si sarà detta) e poi traversa regioni per raggiungere la città dove si tengono in un saloon di periferia, base dei Pinkerton, incontri sulla legge ontologica; accipicchia: guarigione miracolosa!... e addirittura ti dice di sentirsi “ignorante” e colma di "vergogna" dinanzi alla cultura dello Sceriffo Capo Pinkerton (ha letto 10000 libri di poesia e 1000 di filosofia) e di Baffetti di Rame (vicino al record di Pink, ma lui conosce e parla e traduce lingue antiche e moderne come pochi). Non sapevo che fossi tanto candido! tanto sprovveduto da voltarle le spalle (a chi ti aveva rivelato condizione di sudditanza per vergogna d'ignoranza verso i saperi dei teorici sceriffi) quando ti è venuta ancora a cercare usando Facebook, dopo tutti gli annunci marca Getsemani e frustrazione, il 9 gennaio 2017, dandole modo di mirare, con la pistola che le avevi donato dal calcio di madreperla, la tua testa!!
Ciò conferma ancor più la mia sintesi: Usato e Ripudiato. Vicenda squallida d’ambizione estetica e di corna. Atroce beffa!
Racchiusa in delirante cornice di presunta alta intellettualità. Ma Robert Ford voleva diventare poeta alla corte dei colti segugi di citazioni con cui impiccano altri poeti fuori dalla legge poetica proclamata unica. Ricevere la "patente" dalla gerarchia ritenuta sublime. E per questo doveva ucciderti. Per risaltare meritevole agli occhi di Pinkerton e di Baffetti di Rame al quale dona, in devozione ancillare, la musata che le segna fronte; e qualche genere e tema trafugato alla Banda James. Dunque se tu Accio James sei scemo, invece Robert Ford possiede la particolare astuzia mimetica degli isterici degli anaffettivi, ma proprio per questo non sarà mai poeta. Tu lo sai, e accanto alla tua ingenuità di bandito devi aggiungere la cantonata come critico di cose poetiche; perché hai scambiato per oro il rame. Ma non affliggertene, si è accoppiata con chi di rame se ne intende ritenendo il suo addirittura platino. E se pensano di essere oro ciò attiene alla vanagloria che rende la vita infernale e, rima seppure non se n'accorgano, con banale. Questa gente mediocre l'hai combattuta come bandito. E ti amo perché sei fatto in questa maniera contorta ribelle scema. Nessuno ti ha mai vinto con la colt davanti, nessuno può farlo, e ora la tua sapienza la riversi nel piantare pomodori che sempre rossi sono come il comunismo che cercasti che non è però maturato.


 


JAJ stralunato ingenuo


 

JESSE ACCIO JAMES: Quindi ti garba il Romanzo Western del Nulla, Cardellino?!

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Certo!!, hai reso una data evocante il vizio del tradimento spergiuro intellettuale in un’avventura di segni, dove io sono Zerelda Zee Cardellino che ti salva; e poi che ama, come Sara Agnes Lake pure Accio Hickok (Clikka: La Morte di Wild Accio Hickok con Sara Agnes Lake. Billy The Kid) e divento pure la messicana che accoglie il Kid... a me sembra sonata di Vivaldi con Jazz. Unica. Non la pubblicheremo mai. Però la eseguiremo insieme a lungo.

JESSE ACCIO JAMES: Ma se è un episodio dozzinale - d'ambizione intellettuale delirante e solita alcova taciuta in alberghetto di periferia poetica - perché dargli importanza con un romanzo?

 



 

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Jesse Accio James non mi fare l’ignorante... questo è il mestiere di chi sa usare l’epica, il tragico,.. il sublime anche e il comico... cosa credi fosse Roncisvalle?, una scaramuccia, e scopri cosa vi ricavano Boiardo e Ariosto, e Don Chisciotte se non un povero matto... guarda cosa vi ricava Cervantes; cosa e stato l’OK Corral? e la pistolettata reale a Jesse James?, un duello tra i tanti e un episodio solito di tradimento... ma poi la leggenda le ballate il mito, che non è quello farlocco greco ammodernato o orientale cervellotico di Pinkerton Sceriffo capo e di Baffetti di Rame. Bensì quello che il popolo può capire perché lo modella con la sua voce riconoscendolo suo; un fumetto una ballata un romanzo popolare tutti possono intenderlo se amano il coraggio e la libertà da ogni dominio politico ed estetico; e così viene percepito, on line, nella sua forza il 9 gennaio 2017. Il giorno invernale che Robert Ford voleva fosse obliato è diventato vulcano di segni rossi che lancia fulgore nel buio. E così Robert Ford Sceriffo Pinkerton Baffetti di Rame ricevono quanto meritano. La Ballata anarchica nei segni western è un atto di giustizia. Tu, te lo concedo, puoi aggiungerci di Comunismo.

JESSE ACCIO JAMES: Mi garba l’immagine del Vulcano che si rivela nella notte imposta alla sua lava. Chissà se Robert Ford e gli ometti in calcolo per ammazzarmi se ne son resi conto?

 



 

ZERELDA ZEE CARDELLINO: Altroché se ha visto la lava rossa. Intanto come da regola Borges-Wilde l'Uccisore si è Ucciso. E sinceramente come donna provo residua pena cristiana per la sua vicenda di innamorata disperata. Poi sappiamo io e te del rovescio che le è capitato addosso dopo averti sparato assieme al suo ramato maestro d’armi, te ne compio elenco perché tu non sei lucido come me: Intanto Robert Ford ha scoperto che Pinkerton e vari sceriffi, da lei scambiati per l'FBI, sono cacciatori di taglie che catturano rubagalline e scalzacani e l’unico loro successo è stato, grazie a lei, di ucciderti, quasi ucciderti, a tradimento; il vanesio Baffetti di Rame è costretto a misurarsi con la tua ombra nel ricordo che ne porta Robert Ford, perché quest’ultima ti ha definito on line, “pistolero geniale”, manifestando - la sua sembra manualistica freudiana: amore odio amore - ammirazione ancora sconfinata, mentre recitava il tuo assassinio nel saloon Pinkerton usando tuoi frammenti di ballate; e quando Robert Ford propone nelle recite poetiche l’immagine del sasso gettato nello stagno che allarga cerchio di poesia verso la mano che l’ha tirato e linea retta verso il fondale dedicandolo a Baffetti di Rame - che annuisce compiaciuto alla pentita ex fuorilegge - chi ascolta scuote la testa, perché in rete già nel 2012 lesse uguale dedica a te Jesse Accio James. Ciò rivela la psiche di Robert Ford. Le parole sono slegate da ogni etica e religione e valgono, enfaticamente mitologiche, per ogni persona presa a modello. O usata per un certo periodo. Non avendo mai uno stile di vita ed estetico proprio.
 

clikka su TELLUSFOGLIO: "Il cerchio nell'acqua..."
 

E tu Jesse Accio James, proprio perché non hai voluto rendere il tuo banditismo un fatto estetico bensì etico politico d’amore crudele... uno stile ti è cresciuto accanto concedendoti di sopravvivere di salvarti di trovarmi di redimerti. Il Romanzo Western del Nulla si è come scritto da sé e come ballata anarchica nei segni oggi è di chi la legge la canta la ricorda con il suo protagonista sparato a tradimento e salvato dal mio amore: Jesse Accio James. Diventato, come auspicavo accadesse, EROE DA LIBRO SENZA LIBRO col suo CARDELLINO. 

 


Commenti COMMENTI


Documenti Correlati DOCUMENTI CORRELATI