Home Page Olandese Volante
Home page Site map
::

ACCIO E CARDELLINO

:: Chiara - Accio - Cardellino: Quando l'arco è - Teso: ogni grafia centra il giallo.
27 Ottobre 2020


“Quando l'Arco è - Teso: ogni grafia centra il Giallo!” - I




Chiara - Accio - Cardellino

QUANDO L'ARCO È - TESO: OGNI GRAFIA CENTRA IL GIALLO

 

“Quando l'Arco è - Teso: ogni grafia centra il Giallo!”

Il dipinto è sarà fantasia come nel ballo.

Tipo il Tango? Con due belle Dame di rango?

Sì si... a lor favella mi tengo mentre sfarfallo.




“Quando l'Arco è - Teso: ogni grafia centra il Giallo!” - II




 

NOTICINA DEL TERZETTO DI BELL’ASPETTO

Il TITOLO “Quando l'Arco è - Teso: ogni grafia centra il Giallo!”, che ora vale per il TRITTICO, viene a me da Chiara Daino. Così come l’espressione decisamente corsara: APPALLADIFÒHO.

Io ho semplicemente disegnato un altro ritratto, nel giallo, per Sara Cardellino. Ma a questo punto sto, beato, tra due Dame, e il “Ballo” ricordato nei facili versi in rima, potrebbe continuare. “CHIARA-ACCIO-CARDELLINO” gente rara nel web Brigantino”.

 


“Quando l'Arco è - Teso: ogni grafia centra il Giallo!” - III 



 

NOTICINA POETICA DI MATTINA SOVRA MINUSCOLA BICA

I personaggi, oggi DAMA DAINO-ACCIO-SARA CARDELLINO, orchestrati nei segni vanno oltre il modello fonetico alfabetico verso altra visualità anco sonora, per realizzare il PRESENTE a partire da qualche AVVENIRE dove l’avventura non va mai a finire.

Dietro i personaggi, o accosto o sovrapposti, autore autrici nel reale vivere.

La pluridimensionalità dei personaggi consente esperienze differenziate nei segni in ogni estetica. Si condensano sulla pagina elettronica (volendo su carta su muro di galleria su palco musicale) elementi scritti fonetici grafici (come in discesa la bici) simbolici concreti (con peluria debordante da Nevi Yeti) senza una gerarchia decisa a priori o ordinata in capitoli (la solita storia letteraria pittorica fotografica novecentesca tanta accademia scarsa tresca) e ciò consente per gioco, rischioso, la multidimensionalità per il singolo la coppia (Accio e Cardellino son personaggi a firma autori-autrice dal 2017 e sull’Olandese Volante antologia appaiono oltre che sul social), in questo caso il terzetto “Chiara Accio Cardellino”, oppure (nel futuro) eventuale comunità in sé stessa differenziata dall’esperienza non per l’età.

Dilatando per il lettore-navigatore-passeggero percezione memoria conoscenza idealità che i personaggi sfarfallano.

Cambia la spaziatura e lo spazio i tempi dell’intuizione fruizione si balla nel tempo umano e disumano (tenendoci per mano).

Lo scoglio, aggravatasi dal 2005 in avanti, è che i proprietari capitalisti di Social Portali nuovi media posseggono ogni mezzo di produzione. Qui non è possibile alcuna Rivoluzione. Rima. Anche perché scrittori poeti artisti musicisti si son presto, dal 2005 circa, accontentati di sgallettare il loro talento (spesso scarso) in siti blog calcanti la solita carriera letterario-estetica che fossero neo-indiani o neo-orfici o semplicemente in cerca di librino con trina per vetrina.

L’OLANDESE VOLANTE, naufragato il 9 gennaio 2017, propose quanto sopra elencato in ALTRA valenza estetica. Tutto inutile.

Di Multidimensionalità corsara L’OLANDESE VOLANTE fece rotta, la Maracaibo eterna ha vinto; epperò il veliero potrebbe tornare con nòvo scafo e legno e vele per far “vedere” com’è bòno il baco con le mele.

CHIARA, simbolico nome, ed estetica non in similoro bensì acciaio, oggi, coi suoi titoli, testi schegge tanto adatti al web, li immagino tradotti in inglese e altre lingue, anche inventate, anche dialetto glocale... in tempi cupi di pandemia... ha donato a me a Cardellino la cosa più bella che ci sia: l’allegria.

 

 


Commenti COMMENTI


Immagini Correlate IMMAGINI CORRELATE